Gio. 18 Ago. 2022
HomeAttualitàLegionella, ha 62 anni il nuovo infettato di Bresso

Legionella, ha 62 anni il nuovo infettato di Bresso

[textmarker color=”E63631″]BRESSO[/textmarker] – E’ un uomo di 62 anni residente nella zona di piazza Italia la nuova vittima della legionellosi. L’uomo è ricoverato all’ospedale Bassini di Cinisello dal 23 dicembre scorso, ma le sue condizioni sarebbero non gravi e comunque in via di miglioramento.

Lo riferisce questa mattina il quotidiano Il Giorno. L’allarme legionellosi è tornato a fare paura a Bresso. (vedi anche questo articolo).

Secondo alcune indicazioni non ufficiali, sarebbero almeno due i nuovi casi registrati a Bresso a cavallo della fine d’anno. Il primo, quello dell’uomo di 62 anni, è stato già accertato e comunicato dall’Asl al Comune. Sul secondo caso si rincorrono voci, ma per ora non si hanno informazioni più dettagliate.

Torna dunque a crescere la paura per una nuova catena di infezioni, dopo che in ottobre Bresso ha vissuto il dramma di 6 persone ricoverate per legionellosi, e la morte di un anziano per la stessa patologia.

leggi anche qui

e leggi qui

Il sindaco Ugo Vecchiarelli ha affermato di non avere informazioni ufficiali. Ma ha confermato che i tecnici Asl sono al lavoro dal 2 gennaio. Sarebbero stati già eseguiti dei prelievi di acqua dai potenziali punti di infezione per verificare dove si annidi la micidiale colonia batterica che vive nelle condotte della rete idrica comunale.

E’ stata annunciata una conferenza stampa che potrebbe essere convocata già oggi alla presenza di Asl e di Cap, il Consorzio Acqua Potabile che già in novembre aveva comunicato di aver eseguito una bonifica dell’intera rete idrica.

Il sindaco Ugo Vecchiarelli, già a dicembre, alla fine della prima emergenza, aveva confermato che l’allarme era calato, ma che la legionella non era sconfitta. “E’ dormiente nella rete idrica”. Per questo aveva sollecitato tutti gli amministratori di stabili a procedere con interventi di bonifica a scopo preventivo. IN novmbre si era parlato come possibile causa dei lavori svolti in estate alla rete idrica cittadina. Vedi articolo

ARTICOLI CORRELATI