Mar. 21 Mag. 2024
HomeBreaking NewsVERSO I DIALOGHI DEL NORD MILANO. Parla il primo cittadino di Sesto...

VERSO I DIALOGHI DEL NORD MILANO. Parla il primo cittadino di Sesto San Giovanni: “Sala dimentica di essere anche Sindaco della Città Metropolitana…”

Per Roberto Di Stefano la priorità per il nostro territorio del nord Milano è il prolungamento della M1 e della M5 e il destino delle due linee è strettamente legato tra loro. Il Sindaco Sala "dovrebbe uscire dalla sua visione milanocentrica che si dimostra miope e ideologica. Area B ed Area C ha penalizzato non solo i milanesi, ma anche tutti i cittadini dell’hinterland che ogni giorno sono costretti per lavoro a fare i pendolari..."

Manca ormai poco ai Dialoghi del Nord Milano edizione 2023, in programma giovedì 9 novembre al Teatro Bì di Cormano. L’incontro, aperto a tutti, è a partire dalle 18. Al primo cittadino di Sesto San Giovanni, Roberto Di Stefano, abbiamo posto alcune domande inerenti i temi attorno ai quali ruoterà l’atteso evento.
Quali sono le priorità per quanto concerne la mobilità e i trasporti pubblici? Che cosa andrebbe fatto subito?
Sicuramente la priorità per il miglioramento del trasporto pubblico locale sul nostro territorio non può non passare dal prolungamento della M1 e della M5. Il destino delle due linee della Metro è strettamente legato tra loro: è necessario concludere il prolungamento della M1 per completare la M5. Una volta completata questa infrastruttura saremo davanti finalmente a un collegamento efficace tra la “provincia” e Milano.

I sindaci finora intervistati parlano della necessità di riunirsi tutti attorno a un tavolo e iniziare ad affrontare i problemi e a ipotizzare delle soluzioni, anche a lungo termine. Quando potrebbe iniziare questo processo?
Siamo già in ritardo. Purtroppo il sindaco Sala spesso dimentica di essere Sindaco anche della Città Metropolitana e di dover fare da coordinamento tra i comuni dell’hinterland. Invece sempre più applica una visione Milanocentrica che si dimostra miope e ideologica. Area B ed Area C ha penalizzato non solo i milanesi, ma anche tutti i cittadini dell’hinterland che ogni giorno sono costretti per lavoro a fare i pendolari. Contestualmente però la mobilità pubblica progressivamente è diventata sempre più costosa, con un aumento dei ticket ATM del 120% in appena 5 anni e sempre più inefficiente, con il numero di corse di metro e autobus che si riduce sempre di più. Non è corretto amministrare un territorio come quello di Milano attraverso azioni unilaterali, ma dovrebbe essere fatto tramite tavoli di coordinamento e soluzioni corali.

Nella prospettiva della realizzazione della Città della Salute in che direzione dovrebbe andare il piano dei trasporti e dei collegamenti nel nostro territorio?
Il piano TPL area di bacini prevede già la modifica delle linee attuali, includendo nuove fermate davanti ai futuri ingressi dell’ospedale. Inoltre, c’è il Ring Nord (nuovo svincolo uscita Sesto – Tangenziale Nord) per un valore di quasi 22 milioni di euro, il pacchetto Ring Sud (viale Edison) per circa 9 milioni di euro e tutta la viabilità e posteggi interrati obbligatori per legge per un valore di Euro 32 milioni circa. Infine, siamo ormai prossimi alla conclusione dei lavori per la nuova “stazione a ponte” disegnata da Renzo Piano, che avrà una passerella lunga 89 metri e larga 18, sospesa a 14 metri d’altezza sopra i binari, che fungerà da porta d’accesso alle Aree Falck ed alla “Città della Salute”, connettendo la Sesto costruita con la Sesto che si nascerà dalla rigenerazione urbana. Inoltre, sempre all’interno dell’opera della Stazione a Ponte, abbiamo approvato il progetto per la “Bicipolitana”, in modo tale da creare un punto di interscambio per la mobilità leggera con le altre infrastrutture.

Che giudizio dà della mobilità all’interno del suo Comune? Che cosa andrebbe migliorato?
Con i progetti in corso, ci siamo posti l’obiettivo di delocalizzare il traffico di attraversamento sulle arterie esterne, lasciando transitare in città solo residenti e lavoratori. Sul nostro territorio ospitiamo numerose colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici, e proprio in queste settimane stiamo ultimando l’installazione di stazioni di ricarica di ultima generazione, che saranno pronte entro fine anno, ed in appena 20 minuti riusciranno ad effettuare “un pieno”. Inoltre come Amministrazione stiamo investendo molto sulla mobilità leggera, realizzando arterie ciclabili fondamentali a collegare Sesto San Giovanni con Milano. Abbiamo intercettato risorse del PNRR pari a 5 milioni proprio per realizzare 5 km di linee per mobilità leggera all’interno del nostro territorio, collegando l’Università alla Stazione, alle fermate della metro e a tutti i punti strategici per gli spostamenti.

L’opera si colloca all’interno del progetto Biciplan, cantiere che verrà inaugurato il 9 novembre, un’imponente infrastruttura ciclabile di 750 chilometri, che collegherà i 133 Comuni dell’area metropolitana milanese. Ci siamo però dati una fondamentale priorità: è necessario tutelare la sicurezza dei ciclisti. Tutti i tratti ciclopedonali che abbiamo realizzato in questi anni, e che realizzeremo, sono protetti dai cordoli, necessari per garantire l’incolumità di chi si muove in bicicletta.

Come state affrontando il problema dell’affollamento delle auto dei pendolari che hanno necessità di raggiungere Milano?
Purtroppo Area B, come avevamo annunciato già prima della sua entrata in vigore, ha provocato un serio rischio di sovraffollamento di pendolari nel nostro Comune e in tutta la prima cintura dell’hinterland di Milano, specialmente in tutti quei comuni dove passano le linee della metropolitana. Proprio per questo abbiamo realizzato dei meccanismi di sosta a tutela del residente, permettendogli così di parcheggiare più agilmente. Queste sono state le contromisure a una misura scellerata come Area B, presa in modo unilaterale da Milano, con conseguenze però per tutto l’hinterland.

Come fare per partecipare ai Dialoghi del Nord Milano 2023

Per partecipare ai Dialoghi iscriversi qui

Per ulteriori informazioni: 02.27018576

Segreteria di redazione: barbara.boazzi@nordmilano24.it

VERSO I DIALOGHI DEL NORD MILANO. Parla il sindaco di Cormano: “Lavoriamo per ‘cucire’ il nostro territorio” – NordMilano24

VERSO I DIALOGHI DEL NORD MILANO: parla il sindaco di Cinisello Balsamo: “Urge la Metropolitana” – NordMilano24

VERSO I DIALOGHI DEL NORD MILANO. Parla il sindaco di Bresso: “Facciamo squadra per pensare in grande” – NordMilano24

ARTICOLI CORRELATI