Mer. 21 Feb. 2024
HomeIn punta di sellinoTre Valli Varesine: tra i due litiganti (Roglic e Pogacar), il terzo...

Tre Valli Varesine: tra i due litiganti (Roglic e Pogacar), il terzo gode (Van Wilder)

Fanno melina i grandi e, a sorpresa, la 102/a edizione della Tre Valli Varesine è vinta dal belga Van Wilder della Soudal Quick-Step, compagno di squadra e amico fraterno di Remco Evenepoel. Per i big la frittata è fatta negli ultimi e decisivi chilometri: si studiano a vicenda, aspettano che siano gli altri del gruppetto a prendere l’iniziativa e lasciano andare un giovane, classe 2000, e sconosciutissimo corridore che arriva sul traguardo a braccia alzate tra lo stupore generale. Neanche la reazione furibonda di Richard Carapaz nelle fasi finali della gara è sufficiente a riprendere la ruota del fuggitivo.
La trama della gara è dettata a una dozzina di chilometri dal traguardo quando Pogacar è il
primo ad attaccare e a fare selezione. Prima dell’allungo decisivo del vincitore si erano messi in evidenza tre corridori: Wilco Kelderman (Jumbo-Visma), Warren Barguil (Arkéa-Samsic) e il generosissimo Walter Calzoni, poi riassorbiti dal gruppetto dei
migliori.

Brutta caduta per Giulio Ciccone

Tre Valli Varesine da dimenticare per Giulio Ciccone coinvolto in una brutta caduta e portato in ospedale per accertamenti.
Si chiude così il Trittico Lombardo 2023, che in precedenza ha visto Davide Formolo vincere la Coppa Agostoni e Wout Van Aert conquistare ieri la Bernocchi. Il prossimo appuntamento – gran finale con il botto – è il Giro di Lombardia in programma sabato.

Ordine d’arrivo

1 Van Wilder Ilan Soudal – Quick Step 4:36:11

2 Carapaz Richard EF Education-EasyPost 0:16

3 Vlasov Aleksandr BORA – hansgrohe 0:18

4  Roglic Primož Jumbo-Visma

5  Pogacar Tadej UAE Team Emirates

6  Woods Michael Israel – Premier Tech

7 Zana Filippo Team Jayco AlUla

8  Izagirre Ion Cofidis

9 Rodriguez Carlos INEOS Grenadiers

10 O’Connor Ben AG2R Citroën Team
Sfoglia In Punta di sellino e troverai lo Speciale dedicato al Trittico Lombardo.

Angelo De Lorenzi

ARTICOLI CORRELATI