Lun. 21 Giu. 2021
HomeAttualitàCinisello Balsamo, tre purificatori nella sala studio del Pertini donati da un'azienda...

Cinisello Balsamo, tre purificatori nella sala studio del Pertini donati da un’azienda leader del territorio

La sala studio del Centro Culturale Il Pertini è uno dei luoghi più frequentati dai giovani del territorio. Un’azienda di Cinisello Balsamo, la Camfil, ha pensato a loro attraverso un dono.

Tre purificatori, realizzati da questa azienda che opera da 46 anni in questo comune, sono stati collocati nella sala studio del piano meno uno dell’edificio.

Tali macchinari, in grado di purificare l’aria da pollini, batteri, virus, particolato, ozono, sostanze chimiche e altri contaminanti nocivi, sono gli stessi adottati anche dagli enti regionali francesi e spagnoli nelle mense, nei laboratori e nelle aule studio delle loro scuole. Silenziosi e a bassissimo consumo energetico, i sistemi di purificazione d’aria City M garantiranno circa 16 ricambi al giorno di aria purificata grazie ai filtri HEPA H14, aventi un’efficienza di filtrazione certificata del 99,995% anche sulle più piccole particelle presenti nell’aria.

Il gruppo Camfil, nato a Stoccolma nel 1963 ed oggi presente nel mondo con 33 siti produttivi, 6 centri di ricerca e sviluppo e uffici vendita in 30 paesi, è leader nelle soluzioni premium per l’aria pulita con sistemi commerciali e industriali per la filtrazione e la depolverazione che migliorano la produttività del personale e dei macchinari, minimizzando il consumo energetico e tutelando la salute umana e dell’ambiente.

“Per Camfil è un onore aver donato tre purificatori alla sala lettura del centro culturale Pertini che ha un ruolo centrale nel promuovere la cultura, la socializzazione l’aggregazione nella comunità di Cinisello Balsamo di cui Camfil fa parte da oltre 40 anni. Ci è sembrato un contributo importante dopo in un periodo così difficile per favorire la riapertura in sicurezza”, queste le parole di Luciano Rogato, Amministratore delegato di Camfil spa.

“Ringrazio Camfil per aver pensato a questa donazione per la nostra biblioteca cittadina frequentata da tanti giovani per lo studio, la lettura e come centro di aggregazione e socialità. A causa dell’emergenza sanitaria, peraltro ancora in corso, il Pertini è stato chiuso per diverso tempo e sappiamo quanto disagio ciò ha creato a molti studenti e non solo. L’installazione di queste macchine consentirà una fruizione degli ambienti interrati più confortevole e sana. Questo gesto è un bel segno di attenzione ai servizi del territorio in cui si vive e opera”. Così il Sindaco Giacomo Ghilardi ha commentato l’iniziativa di Camfil.

“Grazie per questo gesto di attenzione e valorizzazione del luogo simbolo della cultura in città: Il Pertini. La nostra biblioteca è giornalmente frequentata da tanti giovani e appassionati di lettura e video di tutte le età. La vivibilità degli ambienti è importantissima e l’installazione di questi purificatori d’aria ne migliorerà sicuramente la permanenza. Ce ne siamo resi conto soprattutto ora che la pandemia ha costretto la struttura a vietare o contingentare gli ingressi per la salvaguardia della salute”, ha detto l’assessore alla Cultura, Daniela Maggi.

 

ARTICOLI CORRELATI