Mar. 21 Set. 2021
HomeAttualitàCinisello Balsamo, al Bassini tamponi in modalità "drive in"

Cinisello Balsamo, al Bassini tamponi in modalità “drive in”

[textmarker color=”E63631″] CINISELLO BALSAMO -[/textmarker] Modalità “drive in” per i tamponi dell’ASST Nord Milano. A partire da questa settimana, presso l’ospedale Bassini di Cinisello Balsamo, sarà possibile eseguire il test per la verifica della negativizzazione dell’infezione da Covid 19 comodamente seduti all’interno della propria auto. Dopo i primi tre giorni di sperimentazione con l’esecuzione di 70 tamponi, il servizio si può dire collaudato e pronto per essere attivato a pieno regime per tutti i dipendenti dell’ASST Nord Milano che devono effettuare il secondo tampone dopo la quarantena domiciliare e per i pazienti dimessi dal Pronto Soccorso o dai reparti dopo un ricovero presso gli ospedali di Sesto San Giovanni e Cinisello Balsamo, perché positivi al Covid19, che devono sottoporsi al tampone di controllo.

Sarà il medico competente, per i dipendenti ASST Nord Milano, oppure il Centro Servizi, per i pazienti, ad avvisare quando presentarsi all’ospedale Bassini per effettuare il tampone. Al momento dell’arrivo il paziente, provvisto di mascherina e guanti monouso, dovrà presentare la richiesta ricevuta via email e seguire un percorso guidato da apposita segnaletica che conduce fino alla rampa d’accesso del vecchio Pronto Soccorso, dove ad attenderlo ci saranno gli operatori sanitari che eseguiranno il tampone senza farlo scendere dall’auto. Un’operazione rapida e indolore, che richiederà al massimo 10 minuti per persona.

Eseguito il tampone, il paziente potrà rientrare al proprio domicilio ed attendere l’esito rimanendo in isolamento precauzionale. Se il test risulta negativo, dovrà ripresentarsi dopo 24 ore per eseguire un secondo controllo, se invece fosse positivo, dovrà osservare un periodo di isolamento domiciliare di 7 giorni, trascorsi i quali – in assenza di sintomi – verrà invitato a sottoporsi a un nuovo tampone.

“Un servizio che consente di ottimizzare l’utilizzo delle risorse sia in riferimento ai professionisti che effettuano il servizio, sia al consumo di dispositivi di protezione individuali – spiega il Direttore Socio Sanitario ASST Nord Milano, Barbara Mangiacavalli – e di velocizzare l’esecuzione dei tamponi aumentandone il numero giornaliero”. Fino a 46 quelli che possono essere eseguiti in giornata con questa nuova modalità, ma soprattutto: “Il servizio è stato pensato per limitare gli accessi all’interno delle aree ospedaliere e le attese in aree comuni”, riducendo così il rischio di contagi e garantendo standard di sicurezza sia per i pazienti che per gli operatori sanitari.

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI