Dom. 14 Lug. 2024
HomeCinisello BalsamoSemafori intelligenti lungo la 31: "Questione tragicomica"

Semafori intelligenti lungo la 31: “Questione tragicomica”

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Il dibattito sull’Onda Verde di viale Fulvio Testi e sui problemi al sistema tecnologico di regolazione delle intersezioni semaforiche investe anche Cinisello Balsamo. A tornare sul tema è il consigliere del Nuovo Centro Destra Riccardo Visentin che punta il dito contro l’amministrazione comunale. “L’attivazione dei semafori intelligenti sull’asse Gorky/Bassini per la metrotranvia 31, che a detta di molti esperti agevolerebbe il traffico in uscita dalla nostra città, non è mai stata una prerogativa della nostra amministrazione. Sono passati anni e le promesse sono rimaste tali. Il non riuscire a concordare e concertare con l’assessore Maran, con Atm, una volta per tutte la messa in funzione di questo importante dispositivo è un grave errore”, dice Visentin.

In pratica nei giorni scorsi sono avvenuti alcuni problemi al sistema Onda Verde. E il Comune di Cinisello Balsamo aveva emanato una breve nota per puntualizzare che: “In relazione alle informazioni pubblicate dai giornali sull’attivazione dei semafori intelligenti, che avrebbero causato code e disagi lungo il viale Fulvi Testi, si precisa che nel comune di Cinisello Balsamo i sensori di chiamata semaforica, che consentirebbero di creare un’onda verde per agevolare il percorso dei tram, non sono mai stati attivati per la Linea 31”.

Ora Visentin passa all’attacco: “La cosa strabiliante è addirittura il vantarsi di non aver fatto quanto dovuto. Il comunicato stampa dell’altro giorno rasenta il comico. Basta con questo modo approssimativo di affrontare le questioni, i cittadini, i pendolari in particolare modo, chiedono risposte. Basta con l’essere succubi della città di Milano e della Città Metropolitana, tra l’altro governata da quel Pisapia che ha fatto bene a non ricandidarsi”.

 

ARTICOLI CORRELATI