Gio. 06 Ott. 2022
HomeCusano MilaninoScuole al freddo, "Gli uffici comunali incapaci di riscaldarle"

Scuole al freddo, “Gli uffici comunali incapaci di riscaldarle”

[textmarker color=”E63631″]CUSANO MILANINO[/textmarker] – Scuole al freddo. Non si placano le polemiche per i nuovi disservizi che, anche quest’anno, dopo la pausa natalizia hanno lasciato al freddo molti allievi delle scuole di Cusano mIlanino. Dopo la pioggia di commenti dei genitori e le precisazioni del sindaco Lorenzo Gaiani, il Comitato Genitori di Cusano Milanino ha pubblicato una lettera aperta al sindaco. Riportiamo di seguito il testo.

Sig. Sindaco,

come ogni anno ci troviamo a fare i conti con le temperature polari alla riapertura delle scuole dopo la pausa Natalizia. Grottesco come ogni anno, ma ancora di più se le temperature sono polari solo all’interno degli edifici e non all’esterno dove si registrano temperature ben al di sopra delle medie stagionali.
Per evitare che questo accadesse abbiamo provato anche a fare qualcosa che decisamente non era nostro compito ne’ nostro dovere ma che come al solito abbiamo fatto perchè come sempre ha prevalso il buon senso e la preoccupazione per i nostri bambini: abbiamo mandato una comunicazione in cui chiedevamo che venisse approntato quanto necessario perchè la situazione degli scorsi anni non si ripetesse.
Risultato: peggio che peggio. Temperature imbarazzanti e ancor più imbarazzante la chiusura di una scuola e la richiesta ai genitori della primaria di andare a prendere i loro figli. Siamo senza parole.
Quello che non è imbarazzante, perchè imbarazzante è un complimento, quello che è assolutamente intollerabile è che si venga presi in giro: Gaiani! Non venga a dire che è colpa del black out! E si vergogni di pensarlo anche solo per un minuto. Insulta la nostra intelligenza! Quella di tutti i 3600 e passa genitori che mandano i bambini nelle scuole. e anche quella di tutti i bambini che stamattina hanno preso un freddo becco perchè nei suoi uffici dal più alto in grado al più basso non hanno fatto quello che dovevano fare : il loro dovere!
Stamattina faceva freddo perchè i suoi uffici non sanno far funzionare le caldaie, ma ancora meno i servizi, gli appalti.
Non sanno fare il loro mestiere!
Incompetenza e inettitudine! Ecco perchè fa freddo.
E lei cosa fa nel frattempo? Da’ la colpa all’elettricità!
Non lo sa lei che un edificio ci mette almeno otto ore per perdere massimo cinque o sei gradi quando la temperatura esterna è prossima allo zero? per avere 5 gradi stamattina si era a 10 ieri sera! per averne 9 stamattina si partiva da 14 ieri sera. E non da 19 o 20 come si sarebbe dovuto avere se si fossero riavviati correttamente e in tempo gli impianti.
E non si vengano a raccontar bischerate! Almeno la decenza per favore.
Faccia ripartire questo benedetto riscaldamento e faccia in modo che manutenzioni caldaie latrine pulizie e appalti siano gestiti come si deve da chi lo sa fare!

Altro che mandare l’esortazione al dialogo di Papa Francesco. Gliela mandiamo noi una bella esortazione a riflettere: ” La politica è una cosa che arrugginisce e guai a restarne anchilosati: si finisce per non vedere più nulla al di fuori di quella e con l’essere pessimi interpreti di chi ci elegge!” . Questa è di Andreotti, avete in comune un partito, ne faccia buon uso.
Il Comitato Genitori nella Scuola Cusano Milanino

ARTICOLI CORRELATI