Sab. 01 Ott. 2022
HomeCronacaPreghiera non autorizzata nella moschea provvisoria di Sesto

Preghiera non autorizzata nella moschea provvisoria di Sesto

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – Un momento di preghiera non autorizzato. Sarebbe successo a Sesto San Giovanni, in via Luini, là dove dovrà sorgere la futura moschea e dove per adesso è stata realizzata una tensostruttura provvisoria al servizio della comunità islamica.

Venerdì centinaia di persone si sono date appuntamento sotto quel tendone per un momento di incontro. Non è chiaro se abbiano pregato o si siano solamente fermati per una visita. I residenti del Restellone sono rimasti colpiti dall’afflusso di tutte quelle persone che accorrevano in auto e a piedi. E così sono state allertate le forze dell’ordine. Che però, nonostante siano arrivate a incontro terminato, hanno dovuto verificare che quell’evento non si sarebbe potuto tenere perché formalmente il tendone era ancora un “cantiere” e quindi non c’erano le autorizzazioni per accogliere pubblico.

Per leggere tutta la vicenda cliccate qui.

ARTICOLI CORRELATI