Mar. 06 Dic. 2022
HomeAttualitàUniAbita e Comune, dure repliche al Movimento Casa

UniAbita e Comune, dure repliche al Movimento Casa

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – UniAbita e amministrazione comunale replicano agli attacchi del Movimento per la Casa di Cinisello Balsamo. “UniAbita non ha alloggi sfitti tra quelli assegnati ai soci secondo la formula del godimento, vale a dire attraverso un regime contrattuale a canone fisso, sensibilmente inferiore ai canoni di mercato correnti. Fanno eccezione gli alloggi sottoposti alla naturale rotazione di riassegnazione, che restano vuoti solo per il tempo strettamente necessario ai lavori di manutenzione e alle procedure di assegnazione. Per quanto riguarda gli alloggi di proprietà, sono in attesa di essere assegnati ai soci che ne stanno facendo richiesta”, spiega il presidente della cooperativa cinisellese Gian Matteo Marangoni. “Per UniAbita, infine, lo sfratto degli assegnatari morosi rappresenta, oltre che una sconfitta, la soluzione estrema, che viene intrapresa solamente dopo un percorso di analisi approfondita delle condizioni familiari dei propri soci e delle dimensioni del debito accumulato e della valutazione condivisa di piani di rientro dal debito o di soluzioni alternative fra le quali, ad esempio, il cambio con un alloggio di metratura inferiore”.

Dura la risposta del sindaco Siria Trezzi, affidata a una nota ufficiale di Palazzo. “Massimo l’impegno dell’amministrazione comunale sul fronte delle politiche dell’Abitare. Lo confermano le diverse azioni messe in campo in questi anni che hanno dato risultati positivi. Non siamo dunque invisibili”, dice il sindaco. Che ribatte punto su punto: “Le affermazioni del Movimento per la Casa sono inesatte e inaccettabili, si sta facendo della strumentalizzazione. Il fatto di non avere alloggi pubblici a disposizione è un elemento oggettivamente virtuoso poiché vengono assegnati appena si liberano. Cinisello Balsamo ha inoltre la percentuale più bassa di occupazione abusiva negli alloggi pubblici. La lista della morosità incolpevole è stata inoltrata al Prefetto. Infine nessuna pressione può essere esercitata ai proprietari di alloggi sfitti. Noi abbiamo avviato dei contatti per condividere un percorso che possa far incrociare domanda e offerta di alloggi”.

Ecco l’intero comunicato del primo cittadino: cliccate qui.

ARTICOLI CORRELATI