Lun. 27 Mag. 2024
HomeAttualitàRegione sull'emergenza Seveso: "Pressing senza sosta sul Governo"

Regione sull’emergenza Seveso: “Pressing senza sosta sul Governo”

[textmarker color=”E63631″]NORDMILANO[/textmarker] – Denaro promesso, denaro mai arrivato. La Regione Lombardia prosegue con un “pressing senza sosta”, come lo definisce l’assessore al Territorio, Viviana Beccalossi, per ottenere i fondi del Governo per realizzare la messa in sicurezza del fiume Seveso. Da Roma sono stati promessi 86,7 milioni di euro per i progetti delle vasche di laminazione ma i fondi non sono ancora arrivati a Palazzo Lombardia.

Leggi tutti gli articoli di Nordmilano24 sulla questione Seveso

“Per realizzare le opere – prosegue Beccalossi – non servono solo i finanziamenti. Il Governo ha delegato i presidenti di Regione a gestire la materia ma di fatto ha creato dei Commissari con le mani legate, privi di veri potere per accelerare i tempi di esecuzione degli interventi. È per questo che ancora una volta ribadiamo la necessità di conferire al Presidente Maroni poteri straordinari per aprire i cantieri e tagliare di netto la burocrazia”.

Leggi anche: “Piano anti esondazione, il progetto per il Seveso è online”

Ad oggi i fondi, stanziati da Regione e Comune di Milano, sono sufficienti a coprire solo il progetto delle prima vasca per contenere il Seveso; quella di Senago. “L’intero sistema, per funzionare, necessita di tutte le altre opere a Paderno Dugnano, Varedo e Lentate sul Seveso, le cui progettazioni sono avviate – ribadisce l’assessore -. Ora arrivino i soldi del Governo e i poteri speciali al Commissario Maroni e così potremo finalmente vedere le ruspe in azione nei cantieri”.

(Foto dal nostro archivio)

ARTICOLI CORRELATI