Dom. 07 Ago. 2022
HomeAttualitàLa comunità islamica saluta don Binda e dà il benvenuto a don...

La comunità islamica saluta don Binda e dà il benvenuto a don Colombari

[textmarker color=”E63631″]COLOGNO MONZESE[/textmarker] – “L’islam è un messaggio di pace e le nostre due religioni hanno tanto in comune”. Hocine Bouchemal (secondo da destra nella foto in alto), colognese e presidente del centro culturale islamico di Sesto, ha voluto così portare il suo saluto a don Innocente Binda.

Il prete è in partenza per trasferirsi ad Abbiategrasso, dopo 15 anni alla guida del decanato di Cologno Monzese e Vimodrone. Per questo, nella riunione della comunità pastorale dell’altra sera nella parrocchia dei santi Marco e Gregorio, la comunità musulmana ha voluto ringraziare don Binda per il cammino fatto insieme, in particolare nella consulta della Pace. “E’ importante far vedere che a Cologno non ci sono solo quei violenti di cui hanno parlato i giornali nei giorni scorsi, – ha detto il parroco – ma che le due comunità sono molto vicine e condividono un messaggio di amicizia e pace”.

LEGGI ANCHE: “Un albero di cachi per il jihad della pace

Il cammino di collaborazione e dialogo tra la comunità cristiana e quella musulmana continuerà. A sancire simbolicamente il “passaggio di consegne” è stata anche la presenza alla riunione decanale del nuovo parroco, don Angelo Colombari, che sostituirà don Binda: “Certe notizie che si sono lette possono creare allarme – ha detto il nuovo parroco – ma è bello vedere che ci sono così tanti gruppi di islamici, non solo a Cologno che prendono posizione e si distaccano da una certa idea di Islam”.

16sett2014aj_03
Passaggio di consegne tra don Binda, a destra, e don Colombari

“Cologno è una città di pace” ha sottolineato concludendo l’assessore Giovanni Cocciro: “Abbiamo bisogno che le due comunità continuino a confrontarsi, è estremamente importante questo lavoro e per questo le ringrazio”.

Bouchemal, insieme al portavoce della comunità islamica di Cologno Mujahed Badaoui, l’altra sera assente per lavoro, interverrà anche domenica prossima alla messa ufficiale per salutare don Binda.

LEGGI ANCHE: “Il centro islamico di Sesto condanna violenze e persecuzioni”

Ma gli appuntamenti non finiscono qui: come ha ricordato Cocciro, entusiasta: “Il 19 ottobre è vicino. La data della marcia per la pace Perugia-Assisi coincide con la nostra festa, durante la quale, dopo la messa delle 10,30, stenderemo dalla piazza del comune la nostra bandiera arcobaleno, che con i suoi 150 metri è la bandiera della pace da guinnes dei primati”.

ARTICOLI CORRELATI