Mar. 27 Feb. 2024
HomePoliticaAccolta la proposta di Sesto nel Cuore per la Casa del Volontariato

Accolta la proposta di Sesto nel Cuore per la Casa del Volontariato

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI [/textmarker] – Nell’ultimo consiglio comunale è stata discussa la mozione presentata oltre un anno fa dalla lista civica Sesto nel Cuore per la realizzazione della Casa del Volontariato. Il sindaco Monica Chittò ha spiazzato tutti chiedendo di ritirare la mozione e proponendo di dedicare al progetto l’ex sede del quartiere 1 di piazza Oldrini, rimasta vuota dopo l’abolizione delle assemblee di circoscrizione.

Sesto nel Cuore ha ritirato così la mozione, raccogliendo la proposta e invitando a iniziare un cammino per concretizzare la Casa del Volontariato.

“Avrà inizio a breve un percorso condiviso per la realizzazione della Casa del Volontariato – ha scritto il sindaco sul suo profilo facebook – ieri sera in consiglio comunale sono state presentate due mozioni, una di maggioranza e una di minoranza, che chiedevano all’Amministrazione comunale di trovare un luogo idoneo per ospitare le molte associazioni di volontariato presenti nella nostra Città. Ho chiesto di ritirarle in modo da permettere un percorso condiviso e costruttivo nella competente commissione consigliare e studiare la possibilità di realizzare la Casa del Volontariato nella ex sede del quartiere 1 in piazza Oldrini. Ringrazio le forze politiche che hanno colto questa proposta”.

Ecco qui riportato  il comunicato stampa di Sesto nel cuore:

Nel Consiglio Comunale del 03 giugno 2014 è andata in discussione la mozione, presentata ben 14 mesi fa dalla lista civica Sesto Nel Cuore, inerente la realizzazione della Casa del Volontariato.

Dopo la presentazione dei contenuti della mozione da parte dei rappresentanti della lista civica Sesto Nel Cuore il Sindaco ha chiesto che venisse ritirata la mozione dichiarando pubblicamente di voler mettere a disposizione del progetto la ex sede del quartiere 1 in Piazza Oldrini.

“Senza spirito polemico – affermano i Consiglieri Comunali della lista civica Sesto Nel Cuore Gianpaolo Caponi, Angela Tittaferrante e Pierantonio Pavan – ci domandiamo come mai il Sindaco abbia atteso più di un anno prima di decidersi di condividere i contenuti della nostra mozione e di proporre, finalmente, una sede per realizzare la Casa del Volontariato; un tema così importante non dovrebbe diventare strumento di battaglia partitica ma dovrebbe trovare adesioni immediate e risposte concrete da parte di chi amministra.

Ora il Sindaco non ha più scuse e deve mettersi immediatamente al lavoro recuperando il tempo perso e realizzando velocemente la Casa del Volontariato.

Accogliendo la proposta di ritirare la mozione, che di fatto, finalmente, ha sancito la fondatezza dei contenuti della nostra mozione – continuano i Consiglieri Comunali della lista civica Sesto Nel Cuore Gianpaolo Caponi, Angela Tittaferrante e Pierantonio Pavan – abbiamo voluto, con la nostra decisione, rimarcare l’importanza di scelte responsabili e capaci di dialogare nell’interesse della comunità evitando di strumentalizzare un tema così importante.

Ci auguriamo che la medesima volontà di non strumentalizzare detto argomento provenga anche dal PD e l’Amministrazione Comunale si dimostri finalmente capace di concretizzare l’obiettivo raccogliendo questa importante opportunità che la nostra lista civica sta sostenendo da quasi due anni.

Ora – concludono i Consiglieri Comunali della lista civica Sesto Nel Cuore Gianpaolo Caponi, Angela Tittaferrante e Pierantonio Pavan – vigileremo attentamente sull’operato dell’Amministrazione adoperandoci perché il percorso per creare la Casa del Volontariato non sia bloccata da una farraginosa burocrazia ma sia caratterizzata da rapidità e concretezza; confidiamo pertanto che anche la denuncia pubblica operata da esponenti della maggioranza, di non aver ancora ricevuto, ad oggi, nonostante ne abbiano fatta richiesta ai primi di marzo, un dettagliato resoconto del patrimonio immobiliare destinato alle associazioni, possa trovare da parte della Giunta immediate risposte evitando così ulteriori perdite di tempo.

Peraltro – chiosano i Consiglieri di Sesto Nel Cuore – anche la nostra richiesta di accedere ad un dettagliato resoconto di un patrimonio immobiliare sestese destinato e da destinare ai progetti delle associazioni, nonostante giaccia da piu’ di tre mesi nei cassetti dell’assessore competente, non ha trovato, ad oggi risposte; questo metodo di gestire la politica deve cessare!

ARTICOLI CORRELATI