Sab. 13 Lug. 2024
HomeIn punta di sellinoIL CASO: La Ef licenzia Andrea Piccolo “sospettato di trasportare in Italia...

IL CASO: La Ef licenzia Andrea Piccolo “sospettato di trasportare in Italia l’ormone della crescita”

La notizia è di quelle pesanti che fanno rumore. La EF Education-EasyPost, squadra americana di World Tour che annovera tra le sue fila, tra gli altri, Richard Carapaz e Alberto Bettiol ha licenziato in tronco Andrea Piccolo, un ragazzo di Magenta (Milano) di soli 23 anni, una vera promessa nelle categorie giovanili che da professionista non ha mai vinto una corsa, ma è stato per un giorno maglia rossa di leader alla Vuelta di Spagna 2023 e, recentemente, si era messo in luce al Giro d’Italia con alcune fughe.

La squadra  ha deciso senza esitazioni di far «terminare il contratto di Andrea Piccolo con effetto immediato». Nella nota si legge anche che «Piccolo era stato già sospeso internamente dal team a marzo, senza essere pagato, per avere preso un sonnifero che non era approvato dal regolamento interno, sebbene legale. Il team aveva fatto rapporto all’Uci, ma a causa di ragioni legali riguardo lo standard Uci del contratto del corridore, non era stato possibile all’epoca mettere termine al contratto stesso». Sospeso, ma poi riabilitato e portato al Giro d’Italia, dove si era messo in evidenza in alcune frazioni e poi costretto al ritiro nel corso della 19/a tappa a causa di una caduta.

«Ma il 21 giugno – si legge sempre nella nota della Ef – Piccolo è stato fermato dalle autorità italiane nell’entrare nel Paese con il sospetto di trasportare ormone umano della crescita. Collaboreremo pienamente con ogni indagine sulla materia, e incoraggiamo Andrea a fare lo stesso e ad essere aperto e sincero con le autorità antidoping». Piccolo stava rientrando in Italia dopo un periodo di allenamenti in altura in Colombia. Il corridore è stato sospeso cautelarmente dal Tribunale Nazionale Antidoping per aver violato gli articoli 2.2 e 2.6, ‘possesso di una sostanza o di un metodo proibiti’ e ‘uso o tentato uso di una sostanza o di un metodo proibiti

Ora dovrà difendersi dai sospetti. Una notizia triste, soprattutto per il ciclismo italiano, alla ricerca di nuovi campioni: Piccolo era sicuramente considerato una delle promesse che avrebbe potuto esprimersi al meglio nelle prossime stagioni.

ARTICOLI CORRELATI