Gio. 02 Feb. 2023
HomeBreaking NewsSesto San Giovanni: la scomparsa di Luisa Villa, una vita dietro al...

Sesto San Giovanni: la scomparsa di Luisa Villa, una vita dietro al bancone

Con il marito, Renato Camozzi, aveva aperto la storica pasticceria in via Picardi 136, all'angolo con via Giusti del primo negozio poi spostato nei locali lasciati liberi dal circolo don Bosco

La Rondinella piange uno dei punti di riferimento del quartiere, la signora Luisa Villa, consorte di Renato Camozzi. Insieme avevano aperto lo storico negozio davanti alla scuola dei Salesiani.

La Pasticceria Camozzi era nata nel 1959. Luisa era commessa prima della Vergani a Milano, poi della Doppiozero. In seguito si spostò alla pasticceria Levati di Sesto San Giovanni. L’incontro con Renato significò anche unire le forze e aprire il locale alla Rondinella, diventato ben presto un punto di riferimento per tutti i sestesi. Luisa era una presenza fissa dietro al bancone con l’idea di servire sempre il cliente. Il mestiere lo aveva insegnato in famiglia coinvolgendo figli, nuore e nipoti nell’arte dei dolci e della caffetteria di qualità.

Un dolce realizzato dal negozio aveva vinto un concorso rivolto alle panetterie e alle pasticcerie sestesi e ideato dall’Unione del commercio. La sfida era realizzare un pane e un dolce simboli della città, ma pensati per Expo.

I funerali si svolgeranno lunedì 23 alle ore 11 presso la chiesa di Maria ausiliatrice in Rondinella.

ARTICOLI CORRELATI