Mer. 21 Feb. 2024
HomeBreaking NewsCinisello Balsamo, inaugurata la sopraelevata sopra l'autostrada

Cinisello Balsamo, inaugurata la sopraelevata sopra l’autostrada

Il grande giorno è arrivato: nella mattinata di oggi, martedì 10 gennaio, è stata inaugurata la piazza sopraelevata sull’A4. Un’opera tanto attesa dalla cittadinanza e, in particolare, dai residenti del quartiere Crocetta.

La realizzazione di questa nuova piazza – un progetto ideato e iniziato dalla Giunta Gasparini – ha una valenza sia pratica, sia simbolica: una vera e propria opera di ricucitura, che da oggi unisce le due parti della città prima divise dall’autostrada e restituisce ai cittadini la possibilità di tornare a fruire delle due aree comunali del parco Caldara e dello spazio pubblico di via Friuli, scavalcando l’infrastruttura. I lavori per la realizzazione del progetto sono durati circa un anno.

Il progetto realizzato da Autostrade per l’Italia risponde alle esigenze del territorio, attraversato dall’autostrada A4 Milano-Brescia: concepito in un’ottica di sostenibilità e mobilità dolce, oltre al percorso ciclopedonale l’intervento ha previsto la realizzazione di uno skatepark, due aree giochi per bambini, un ascensore, un impianto di illuminazione e video sorveglianza e l’installazione di arredi urbani, dalle panchine alle rastrelliere per le biciclette.

Un intervento di 1,6 milioni di euro

L’intervento, del valore di 1,6 milioni di euro, permetterà di recuperare uno spazio di circa 7000 mq e rientra nell’ambito del più ampio progetto di realizzazione della quarta corsia dinamica sulla A4 lunga 10 km – del valore di 240 milioni di euro – che ha previsto anche la costruzione dei 435 metri di galleria fonica tra via Matteotti e via Friuli, i cui lavori si sono conclusi a ottobre del 2020.

“L’intero progetto – dice una nota ufficiale –  rispecchia un nuovo modo di concepire lo sviluppo della rete autostradale, sfruttando innovazione e tecnologia per consentire di adeguare la capacità delle infrastrutture alle aumentate esigenze di traffico, secondo i princìpi della sostenibilità e della riqualifica degli insediamenti urbani. Ne è un esempio la stessa galleria fonica che in un’ottica green è stata dotata di pannelli fotovoltaici per una potenza complessiva di circa 200 kW e di impianti di illuminazione led a basso consumo, come tutto il nuovo tratto potenziato”.

“Il potenziamento della A4 rientra nell’ambito del piano industriale di Autostrade per l’Italia, un programma di sviluppo e investimento infrastrutturale da oltre 21 miliardi di euro, incentrato sulla gestione integrata della mobilità, sulla digitalizzazione delle infrastrutture, sulla sostenibilità e sulla relazione con le comunità. La valorizzazione e la riqualificazione del territorio attraversato dalla nostra rete è uno dei princìpi – guida di tutti i progetti del Gruppo.

Questi nuovi spazi a servizio dei cittadini sono un esempio di come un’infrastruttura possa essere occasione di rilancio e di miglioramento della qualità della vita di un’intera area urbana, ripristinando i princìpi dell’armonia con il tessuto urbano, senza rinunciare alla necessità dello sviluppo sostenibile della rete” ha dichiarato Roberto Tomasi, Amministratore delegato di Autostrade per l’Italia.

L’amministratore delegato di Autostrade per l’Italia Roberto Tomasi

«È un giorno molto importante per Cinisello Balsamo – ha commentato il sindaco Giacomo Ghilardi -, di grande significato e tanto atteso dagli abitanti della Crocetta, ma non solo. Siamo di fronte a un progetto imponente che diventa realtà, a completamento della riqualificazione dell’A4. Nel corso degli anni abbiamo visto svilupparsi un percorso di interventi cominciati con la galleria fonoassorbente per la mitigazione dei rumori. Questa piazza diventerà un luogo di incontro per tanti cittadini ed è per questo che ho voluto che fossero presenti all’inaugurazione i ragazzi delle scuole: a loro oggi consegniamo simbolicamente le chiavi di questo luogo. Le basi dell’opera che oggi inauguriamo sono state messe dieci anni fa anche da una fortissima spinta dei comitati e degli abitanti del quartiere».

“Grazie a loro – ha ripreso sui social -, alle loro sollecitazioni, alla costanza, l’impegno e l’amore che dimostrano per la nostra amata città, sentimento che ci accumuna, è iniziata e proseguita l’azione di ascolto della nostra Amministrazione, che ha risposto proponendo migliorie progettuali in grado di perfezionare l’opera e restituirla rispondente a ogni esigenza e al contesto in cui si inserisce”.

«Oggi inauguriamo il futuro che viene anticipato – ha commentato il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana -. Le infrastrutture sono fondamentali per lo sviluppo di un Paese, per far circolare merci e persone. Devono andare nella direzione di non contribuire a creare divisioni, ma, come in questo caso, a ricucire i tessuti urbani. Qui l’infrastruttura aveva creato sicuramente una difficoltà, ma oggi inauguriamo qualcosa che contribuisce a rigenerare un intero quartiere».

Il parroco di San Pietro Martire nel quartiere Crocetta, don Alberto Beretta, benedice la nuova opera

Tra le autorità presenti e che hanno partecipato  al taglio del nastro anche il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini: «L’autostrada A4 da oggi non è solo un’uscita con perenne coda a Cinisello-Sesto. Da oggi sopra l’A4 ci sono anche bambini che giocano, che vanno in skate, ci sono insegnanti che si dirigono verso la scuola. Sono contento che qualcuno qualche anno fa sia partito con questa idea avveniristica che oggi è realtà: giocare sull’autostrada».

Il ministro Matteo Salvini intervenuto all’inaugurazione della sopraelevata della Crocetta

Salvini, visibilmente soddisfatto dell’opera realizzata, ha anche citato Walt Disney, ispirato dalla presenza dei ragazzi: «Se puoi sognarlo, puoi farlo».

Assente Daniela Gasparini

Nessun accenno, durante la cerimonia, a Daniela Gasparini, che ebbe a cuore e sviluppò inizialmente il progetto. All’inaugurazione c’erano gli attuali consiglieri comunali del Partito Democratico, che in una nota hanno dichiarato: «Con l’inaugurazione della nuova piazza, ricavata dalla galleria fonoassorbente, alla Crocetta si conclude un progetto nato e avviato nei primi anni 2000 e fortemente voluto dalla giunta Gasparini di centro-sinistra di allora. Già nel 2000 la strategia elaborata dalle giunte del centrosinistra per la Crocetta non si limitava alla realizzazione della galleria fonoassorbente e della nuova piazza in collegamento con via Matteotti (all’inizio solo una passerella), ma prevedeva una molteplicità di azioni per far sì che le zone Crocetta, Casignolo, Robecco e Villa Rachele non fossero escluse dalle grandi vie di attraversamento della città».

ARTICOLI CORRELATI