Gio. 18 Ago. 2022
HomeAttualitàChi è e che cosa fa l’osteopata

Chi è e che cosa fa l’osteopata

I segreti di una professione molto utile

L’osteopatia è stata dichiarata ufficialmente una professione sanitaria nel 2017 ma rimane ancora in attesa della pubblicazione dei decreti attuativi. Questi ultimi sono essenziali per poter consentire a questa disciplina di essere approvata a tutti gli effetti come professione sanitaria, riconosciuta dallo Stato Italiano. Raggiungere questo obiettivo è molto importante perché sarà possibile intraprendere un percorso di studi universitario. Nonostante questo, è comunque possibile formarsi tramite enti ufficiali, dove oltre alla teoria si mettono anche in pratica tutte le tecniche della professione. La figura dell’osteopata è sempre più in crescita, sono sempre di più le persone che necessitano di trattamenti mirati come quelli che mette a disposizione Chiara Fenaroli, osteopata a Desio. Andiamo a vedere chi è l’osteopata e di cosa si occupa precisamente.

Chi è l’osteopata

L’osteopata è una figura professionale che, grazie a tecniche di manipolazione, si occupa di risolvere e trattare disturbi legati all’apparato muscolo-scheletrico, cranio-sacrale e viscerale. Si dedica al paziente a 360 gradi, partendo dallo studio dell’anamnesi, in cui si può capire da dove parte il dolore e quali parti del corpo sono maggiormente coinvolte. Capita infatti che il paziente accusi dolore in un punto specifico ma che il problema nasca da un’altra parte. L’obiettivo di ogni osteopata è quello di aiutare il paziente a ritrovare il suo benessere psicofisico.

Questa disciplina nasce alla fine dell’Ottocento grazie al dottor Andrew Taylor Still, chirurgo americano. Ad oggi viene sempre più utilizzata a supporto della medicina, sia per prevenzione sia per curare alcune patologie. L’osteopatia si basa sulla cura dello stato di salute generale, che può essere influenzato da diversi fattori che interferiscono sull’equilibrio interno. In queste circostanze il corpo inizia a manifestare sintomi di vario genere, che possono presentarsi in zone differenti.

Cosa fa l’osteopata

Questa figura professionale si occupa di trattare diverse parti del corpo in modo manuale e non invasivo, senza l’aiuto di farmaci. Tutto il trattamento viene fatto con l’uso delle mani, che andranno a premere sui punti in cui si è accumulato il dolore. Ogni osteopata può scegliere un tipo di percorso differente, anche utilizzando tecniche di manipolazioni mirate, in base alla gravità del problema. L’osteopatia collabora spesso con altre figure professionali come il fisioterapista, il cardiologo, il ginecologo, il gastroenterologo.

Il compito dell’osteopata è quello di individuare i blocchi e le perdite di mobilità nel corpo che provocano dolore. A seconda del trattamento utilizzato, il corpo può avere bisogno di tempo per rispondere in modo positivo, ci può volere anche una settimana. Inoltre non basta recarsi dall’osteopata una sola volta, spesso viene stabilito un percorso di più sedute che possono variare in base alla gravità del problema. Di seguito vediamo quali sono le parti del corpo che vengono maggiormente trattate nelle cure osteopatiche.

  • Apparato muscolo-scheletrico: sono coinvolti i dolori causati da una postura sbagliata che a sua volta può provocare lombalgia o cervicale. Rientrano nella categoria anche traumi legati all’esercizio fisico, sindrome del tunnel carpale e tendiniti.
  • Apparato neurologico: comprende dolori come mal di testa, disturbi del sonno, dolori mestruali o la sindrome post partum.
  • Sistema circolatorio e linfatico: si possono alleviare i sintomi del reflusso gastroedofageo, del colo irritabile, della stipsi o della colite.

L’osteopatia viene utilizzata molto anche durante la gravidanza o nel post partum, dato che è in grado di alleviare il dolore in modo non invasivo. In questa fase la donna non sempre può curarsi con i farmaci, per questo le cure osteopatiche sono l’ideale. I trattamenti possono risolvere problemi legati alla digestione, al sistema muscolare, inguinale e lombare. Tutti possono rivolgersi all’osteopata per qualsiasi tipo di problema, anche se è legato a questioni emotive come lo stress.

 

ARTICOLI CORRELATI