Mer. 08 Dic. 2021
HomeAttualitàPerché insorge la diarrea? Scopriamo cause e rimedi pratici

Perché insorge la diarrea? Scopriamo cause e rimedi pratici

Perché accade e come si può attenuare il disagio? Ecco qualche consiglio

Episodi di feci liquide o diarrea possono capitare a chiunque di noi. Perché può insorgere questa condizione? Scopriamo di più e vediamo come attenuare il disagio.

Perché possono manifestarsi episodi di diarrea?

Non si tratta certo di una situazione di cui parlare in scioltezza tra amici. eppure, questa spiacevole evenienza può verificarsi in qualunque periodo, e coinvolgere chiunque di noi. Ma la diarrea è una malattia? Non proprio. La diarrea è un disturbo che altera la normale emissione delle feci, e si caratterizza per le evacuazioni rapide e piuttosto abbondanti di poco formate o liquide. Gli episodi di diarrea si riconoscono per due aspetti:

  • Almeno tre emissioni di feci liquide al giorno (a volte di più);
  • Modificazioni della quantità o della qualità dell’evacuazione  feci poco formate, liquide o semiliquide).

Come abbiamo accennato, le feci liquide sono un’alterazione dell’evacuazione, e non una patologia. La diarrea è dunque un sintomo trasversale, che può insorgere anche nel caso di altre patologie, soprattutto gastrointestinali, oppure può essere riconducibile anche a condizioni non esattamente patologiche, come ad esempio le intolleranze alimentari (sensibilità al glutine, intolleranza al lattosio), stress, etc. Altri sintomi con cui si manifesta questa condizione possono essere:

  • crampi addominali,
  • dolore addominale diffuso,
  • sensazione di malessere e debolezza.

Le cause di insorgenza della diarrea possono essere svariate. Eccone alcune:

  • Infezioni batteriche. Batteri ingoiati inavvertitamente attraverso cibi o acqua contaminati possono causare feci liquide e dolori all’addome. Spesso, questo disturbo compare durante un soggiorno in paesi con condizioni igieniche di basso livello.
  • Infezioni dovuti a virus. L’influenza intestinale o gastroenterite virale può causare nausea, vomito, diarrea e dolori addominali.
  • Intolleranze alimentari. Alcune persone non sono capaci di digerire certe sostanze presenti negli alimenti, come per esempio il lattosio o il glutine.
  • Reazione ad alcuni medicinali. Antibiotici, farmaci contro l’ipertensione, chemioterapici possono causare alterazioni della fisiologica peristalsi intestinale.
  • Altre malattie dell’intestino. Disturbi infiammatori intestinali determinano spesso la diarrea ed eventuali dolori addominali, anche intensi.
  • Sindrome del colon irritabile. Stress e tensione possono incidere considerevolmente sull’equilibrio e il benessere intestinali. Si parla spesso, infatti, di irritabilità intestinale o “sindrome da colon irritabile”. L’intestino è un delicato bersaglio di stress e ansia, e manifesta reazioni psicosomatiche.

Diarrea e disbiosi intestinale

In generale, possiamo dire che la diarrea è uno tra i disturbi che possono insorgere in caso di disbiosi intestinale. Facciamo un passo indietro.

Il nostro intestino è abitato da grandi numerosità di microbi o microrganismi, in parte benefici e in altra parte potenzialmente nocivi, che coesistono in costante equilibrio tra loro e con chi li ospita, ossia il nostro organismo (situazione di eubiosi). Questa grande numerosità di microrganismi compone la microflora intestinale.

Ciascuno di noi, dalla nascita e durante la vita, sviluppa una propria  microflora batterica personale, unica, una specie di propria impronta digitale fingerprint batterico, differente da quella di un’altra persona perché influenzata da tante variabili individuali.

La popolazione batterica presente nell’intestino, numerosa e differente per ceppi, generi e specie, svolge svariate funzioni primarie per il benessere complessivo dell’organismo. Infatti, il microbiota del tratto gastrointestinale si occupa di alcuni aspetti:

  • Stimola il sistema immunitario;
  • Funziona come una importante barriera contro le infezioni, e secerne sostanze protettive;
  • Mantiene la regolare funzionalità dell’intestino;
  • Concorre ad attivare importanti funzioni metaboliche preziose per la salute;
  • Assorbe nutrienti e sali minerali, come ad esempio ferro, magnesio, calcio.

Malgrado ciò, può succedere che questo delicato equilibrio venga meno, per varie motivazioni, con una conseguente modificazione della flora intestinale batterica (disbiosi intestinale). Questa condizione dà luogo a disturbi intestinali di vario genere, tra i quali appunto la diarrea. Le situazioni che possono predisporre un’alterazione della flora batterica dell’intestino sono, ad esempio:

  • Dieta disordinata, ricca di grassi ma povera di nutrienti;
  • Comportamento alimentare scorretto (come masticare in fretta ingerendo troppa aria);
  • Stress e ansia;
  • Sedentarietà. I consigli sportivi di salute includono sempre uno stile di vita attivo;
  • Utilizzo eccessivo di farmaci.

Ecco alcuni rimedi pratici per contrastare episodi di diarrea

Come possiamo contrastare la sgradevole sintomatologia a livello addominale? Ecco alcuni, possibili rimedi di salute in caso di feci liquide:

  • Evitare alimenti ad azione irritativa e lassativa. Sospendiamo temporaneamente caffè, alcool, spezie piccanti, cibi ad alto contenuto di zuccheri che fermentano nell’intestino. Attenzione al consumo di fibre, lassative ma fondamentali in una dieta equilibrata: non sospendiamole, ma introduciamo con moderazione frutta e ortaggi freschi, legumi, secondo la nostra tollerabilità. In generale, la dieta mediterranea è considerata la scelta nutrizionale per eccellenza.
  • Scegliere alimenti ad azione equilibrante e rimineralizzante, come ad esempio banane, riso, patate lesse, pane tostato, cracker, carote cotte, pollo al forno senza pelle o grasso, ad azione riequilibrante e di facile digestione.
  • Reintegrare i liquidi persi. Beviamo acqua o camomilla non zuccherata a piccoli sorsi, per reintegrare liquidi ed elettroliti persi con le abbondanti evacuazioni.
  • Assumere fermenti lattici. Sono batteri buoni per il nostro intestino e per il nostro organismo, in grado di equilibrare la microflora intestinale alterata, che riveste un ruolo prezioso sulla barriera intestinale e sul sistema immunitario. Come abbiamo accennato, il nostro intestino è popolato da grandi numerosità di ceppi, generi e specie batteriche differenti. È dunque importante assumere prodotti contenenti fermenti lattici di diversi ceppi, genere e specie affinché agiscano in combinazione e con una più elevata possibilità di colonizzare l’intestino e integrare i batteri

 

 

ARTICOLI CORRELATI