Ven. 03 Dic. 2021
HomeAttualitàCormano, successo per la seconda edizione della "Maratona della Donazione"

Cormano, successo per la seconda edizione della “Maratona della Donazione”

È la seconda manifestazione di questo tipo nel 2021, dopo la prima edizione di marzo.

Si è confermata un successo la seconda edizione della “Maratona della Donazione” organizzata a Cormano dal gruppo di runner #Corriamo a Cormano con la locale sezione Avis-Aido di Cormano-Cusano, con 35 persone che nella mattinata di ieri hanno potuto effettuare una donazione presso l’autoemoteca che è stata ospitata negli spazi del Factory presso il Parco dell’Acqua.

È la seconda manifestazione di questo tipo nel 2021, dopo la prima edizione di marzo che aveva registrato un numero di donazioni ancora superiore. Un evento che ritorna sul territorio dopo ben 30 anni, risale infatti al 1991 l’ultima volta in cui Avis-Aido Cusano-Cormano riuscì ad organizzare una donazione a Cormano. L’auspicio degli organizzatori è che diventi un appuntamento abituale per promuovere e favorire la donazione del sangue e diffondere la cultura del dono. In questa direzione l’impegno delle associazioni che hanno organizzato la giornata, scegliendo uno slogan vincente che coniuga sport e donazione: “Per noi è importante sensibilizzare i cittadini rispetto alla donazione di sangue: le persone sportive hanno sempre cura del loro corpo ed in questa ottica è giusto e doveroso aiutare a comprendere che la donazione di sangue è un gesto che fa bene a noi stessi, grazie ai controlli sanitari che garantiscono il buono stato di salute del donatore e la “qualità” del suo sangue – ha affermato Andrea Giannotti, responsabile del gruppo #Corriamo a Cormano che raccoglie appassionati di podismo e di corsa e membro del direttivo Avis – . Ma è anche e soprattutto un gesto che fa bene agli altri, a chi ha bisogno di essere curato, a chi dalla donazione di sangue può ottenere un miglioramento del suo stato di salute o addirittura può vedersi salvata la vita”.

L’iniziativa ha beneficiato del patrocinio del Comune, non solo come atto burocratico ma come conferma della totale condivisione di intenti, obiettivi e valori: “Io stesso ho colto l’occasione della prima Maratona della Donazione lo scorso marzo per iniziare l’iter e confermare la mia idoneità alla donazione, e nelle scorse settimane ho ricevuto il mio tesserino ufficiale di donatore – ha spiegato il sindaco Luigi Magistro -: anche a cinquant’anni si può cominciare a donare, non pensiamo mai che sia troppo tardi per poter fare un gesto generoso”.

 

ARTICOLI CORRELATI