Ven. 03 Dic. 2021
HomeBreaking NewsCormano, controlli e sanzioni al mercatino dell'usato e la merce sequestrata va...

Cormano, controlli e sanzioni al mercatino dell’usato e la merce sequestrata va in beneficenza

Sanzionate diverse persone sorprese ad esercitare attività di vendita senza le necessarie autorizzazioni. La merce sequestrata è stata devoluta in beneficienza, con la collaborazione della Protezione Civile di Bresso, alla comunità alloggio “Madonna dei Poveri” di Cusano Milanino

Continua l’attività di presidio e verifica delle attività durante il mercatino del sabato da parte della Polizia Locale di Cormano. Nella mattinata di sabato scorso, nel corso dei controlli di routine sulla regolarità dello svolgimento della manifestazione dedicata a vintage e modernariato, sono state sanzionate diverse persone sorprese ad esercitare attività di vendita senza le necessarie autorizzazioni.

In particolare la Polizia Locale ha individuato un 54enne residente fuori regione che con il suo furgone si era posizionato abusivamente in un punto periferico dell’area dove si svolge il mercatino dell’usato per vendere frutta e verdura. Dalle opportune verifiche è emerso che l’autocarro era sprovvisto di assicurazione e che l’uomo non era in possesso dei titoli necessari all’esercizio dell’attività. Gli agenti hanno quindi proceduto a sequestrare veicolo e merce, quest’ultima devoluta in beneficienza, con la collaborazione della Protezione Civile di Bresso, alla comunità alloggio “Madonna dei Poveri” di Cusano Milanino che accoglie piccoli ospiti in difficoltà sotto il profilo delle relazioni familiari, parentali e sociali, o in condizioni di disagio psico-sociale, gestita dalle suore di Don Orione.

Durante i medesimi controlli sono stati anche identificati e sanzionati due individui che, del tutto privi delle necessarie autorizzazioni, si muovevano all’interno del mercatino somministrando bevande sfuse tra cui anche superalcoolici.

“Ci siamo dati come obiettivo quello di presidiare le attività del mercatino dell’usato, affinché tutto si svolga con regolarità a tutela di espositori e pubblico, oltre che dei cittadini residenti – spiegano dal Comune -. Il mercatino del sabato deve tornare ad essere un luogo dove hobbisti e appassionati possono incontrarsi per esplorare il mondo del vintage e del modernariato, non certo un luogo di abusivismo e personaggi equivoci”. Un obiettivo che trova riscontro nelle modifiche al regolamento concordate con Pro Loco Cormano. “Questa volta poi, come già successo in passato, insieme alla dovuta sanzione per pratiche irregolari che non solo contravvengono alle norme in vigore ma risultano anche pericolose – concludono dal Comune – l’intervento della Polizia Locale ci ha consentito anche di fare del bene destinando la merce sequestrata per un fine benefico”.

ARTICOLI CORRELATI