Gio. 23 Set. 2021
HomeAttualitàQuale integratore per la stanchezza prendere?

Quale integratore per la stanchezza prendere?

Può accadere a tutti noi di sperimentare un calo energetico. Ecco alcuni rimedi

A chi non è mai capitato di non poterne più dalla stanchezza? Niente paura, è un calo energetico. Infatti, In vari periodi dell’anno, può accadere a tutti noi di sperimentare questa condizione. Questa situazione ha luogo quando l’energia che il nostro organismo richiede è maggiore delle riserve a disposizione. La stanchezza, sia mentale sia fisica, è una significativa manifestazione di calo energetico. Come fare? Con l’aiuto di un integratore per la stanchezza e alcune buone abitudini, possiamo recuperare energia. Scopriamo di più.

Stanchezza all’orizzonte? Scopriamo perché

La stanchezza è un disturbo comune che non deve preoccupare. Può capitare a chiunque di noi, in vari periodi dell’anno. Le cause sono svariate. Basti pensare ai cambi di stagione: sbalzi di temperatura, variazione delle ore di luce, è facile svegliarsi al mattino e sentirsi affaticati e assonnati.

Quando la stanchezza ci coglie sin dal mattino, ciondoliamo tutto il giorno in preda a una fastidiosa sonnolenza diurna, abbiamo difficoltà a concentrarci e spesso siamo irritabili, di cattivo umore, suscettibili e “in ostaggio” di un senso di debolezza diffuso.

Non solo: anche periodi di lavoro o studio particolarmente intensi e stressanti possono mettere a dura prova la nostra resistenza, sia mentale, sia fisica.

In estate, la situazione può peggiorare. Molte persone amano questo periodo dell’anno, perché coincide con le ferie e c’è voglia di spensieratezza, ma caldo e afa possono farci sentire deboli, spossati. Ciò accade soprattutto perché, sudando copiosamente, perdiamo liquidi, elettroliti e sali minerali preziosi.

Infatti, quando le temperature esterne aumentano, è necessario un livello di energie maggiore per mantenere costante la temperatura corporea. Nel lungo periodo, questo maggior dispendio energetico si fa sentire e rischia di far andare in riserva tutta l’energia che abbiamo accumulato.

Attenzione anche a fare sport con poca consapevolezza: sessioni estenuanti di allenamento, soprattutto in estate e nelle ore più calde, possono causare debolezza muscolare, affaticamento, crampi. Occhio alla disidratazione!

Anche fare le scale, sollevare carichi pesanti può causare un repentino calo energetico, affaticamento, debolezza muscolare.

Per non parlare del nostro stile di vita poco equilibrato: in particolare, trascurare il riposo notturno è una pessima abitudine, poiché il sonno è prezioso. Grazie a una bella nottata di sonno, infatti, la mattina saremo in grado di affrontare al meglio le nostre giornate. Un sonno discontinuo e insufficiente, invece, ci renderà deboli, disattenti, affaticati.

Insomma: come possiamo osservare, momenti di…cedimento sono del tutto normali per un essere umano, ma non per questo dobbiamo sentirci a terra o trascurare la situazione. Molto spesso, come dimostrano gli esempi di cui sopra, siamo troppo presi dalla frenesia delle nostre giornate per renderci conto che magari stiamo trascurando il nostro equilibrio e il nostro benessere. Stile di vita e alimentazione sono due aspetti preziosi che noi stessi possiamo gestire al meglio per prevenire bruschi cali energetici.

Ritroviamo la carica con un integratore e buone abitudini

Dunque, è forse impossibile ritrovare la nostra carica energetica fisiologica? No, se sapremo seguire validi accorgimenti di salute. In associazione a un’alimentazione varia ed equilibrata e ad alcuni consigli pratici, l’utilizzo degli integratori alimentari può essere d’aiuto in tutti quei casi in cui si manifestano stanchezza fisica, affaticamento mentale o sia utile un reintegro idrosalino.

Per affrontare periodi di aumentato stress psicofisico con le giuste energie e il nostro consueto slancio, possiamo utilizzare un integratore per la stanchezza con una formulazione equilibrata di vitamine, minerali e altri nutrienti preziosi. Vitamine e minerali sono nutrienti preziosi che promuovono il normale metabolismo energetico e contribuiscono ad attenuare la sensazione di stanchezza fisica e mentale che può comparire in differenti periodi dell’anno, a qualunque età..

Inoltre, ecco altre buone pratiche da seguire con regolarità per recuperare energia:

Come vedremo, camminare e mangiare equilibrato possono essere preziosi consigli:

Seguiamo un’alimentazione equilibrata

La dieta di tutti i giorni dovrebbe essere regolare, equilibrata e ricca di fibre. Dopo una colazione abbondante, non c’è bisogno di pasti pesanti: pranzo e cena dovrebbero essere facilmente digeribili, così come gli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio (sì a frutta fresca o frutta secca, ottimo spuntino energetico) che consentono di non arrivare a tavola affamati. Meglio quindi scegliere pietanze povere di grassi, soprattutto frutta e verdura di stagione, legumi, carni bianche e pesce magro, ideali per una valida alimentazione.

Dormiamo a sufficienza

Evitiamo di tirare tardi con maratone di serie TV o altre distrazioni, se ci attende una giornata impegnativa. Dormire almeno 7 ore (anche 8 ore) per notte servirà a ricaricarci e a migliorare la qualità delle nostre giornate intense. Prima di dormire, rinunciamo a tablet, smartphone, altre distrazioni.

Pratichiamo un po’ di attività motoria

Uno stile di vita dinamico aiuta a combattere la stanchezza e a mantenere un buon livello di salute e benessere: meno ci si muove e più ci si sente stanchi. Per questo motivo, non bisogna lasciarsi prendere dalla pigrizia: bastano 30 minuti al giorno di attività fisica leggera – una camminata a passo sostenuto, un giro in bici o una corsetta – per scacciare la spossatezza e liberare la mente.

ARTICOLI CORRELATI