Lun. 27 Set. 2021
HomeAttualitàCinisello Balsamo, invasione topi a S. Eusebio: l'incubo è finito?

Cinisello Balsamo, invasione topi a S. Eusebio: l’incubo è finito?

Avviata massiccia campagna di disinfestazione per arginare il fenomeno. Berlino: "Ciascuno deve fare la sua parte"

Gli abitanti del quartiere Sant’Eusebio potranno stare un po’ più tranquilli nella speranza di non essere più assediati dai topi che fino a poco tempo fa avevano preso d’assalto i cortili dei palazzi Aler. Una massiccia disinfestazione delle aree di proprietà Aler e delle aree verdi del quartiere, supportata da diversi passaggi mirati con il posizionamento di esche nei tombini e nelle cassette da parte della ditta incaricata, dovrebbe porre argine al fenomeno.

Almeno è quello che sperano i cittadini residenti del quartiere che avevano nei mesi scorsi segnalato a più riprese l’invasione dei roditori. Un vero e proprio assedio che costringe gli abitanti dei palazzi di via Alberto Da Giussano in particolare, a una sorta di “coprifuoco” dopo le 20.00 – e volte anche prima – orario prediletto per le scorribande dei ratti che escono dalle tane prendendo di mira prevalentemente i sacchi della spazzatura lasciati nel cortile alla ricerca di cibo. Un pericolo anzitutto igienico e per l’incolumità soprattutto dei più piccoli che escono a giocare nei cortili, nonché per gli amici a quattrozampe.

Una situazione non nuova per il quartiere, ma degenerata col tempo e in particolare nel periodo estivo aggravandosi con il caldo. Sembrerebbe che le numerose segnalazioni, corredate da video che documentano il fenomeno cui sono sottoposti quotidianamente gli abitanti del quartiere non siano cadute nel vuoto. Nelle scorse settimane l’Amministrazione, oltre a verificare l’attività periodica svolta dalla Società incaricata, aveva sollecitato l’intervento di Amministratori di Condominio, Aler e titolari del Supermercato di quartiere per non rendere vana la lotta contro un fenomeno diffuso non solo a Cinisello Balsamo.

“Oltre agli interventi di sua competenza, l’Amministrazione comunale si è adoperata per non vanificare le azioni già in atto, in particolare ha incontrato Aler e le proprietà per chiedere di fare la loro parte. Risulta chiaro che le azioni sono più efficaci se accompagnate dalla collaborazione di tutti, compresa quella della cittadinanza – spiega il vicesindaco Giuseppe Berlino con delega all’Ambiente -. E’, infatti, molto importante prestare attenzione al corretto smaltimento dei rifiuti organici che devono essere collocati negli appositi contenitori chiusi per evitare di lasciare tracce sul terreno, rispettando gli orari previsti per l’esposizione su strada. L’impegno è quello di tenere costantemente monitorato il fenomeno”.

L’ appalto biennale, avviato a gennaio 2021, prevede diversi interventi di disinfestazione per tutti gli edifici comunali (uffici, scuole e abitazioni) e nei parchi pubblici, nonché interventi puntuali nelle aree oggetto di segnalazioni da effettuarsi con la formula degli interventi “a chiamata”, per un totale di 121 interventi all’anno. Per quanto riguarda il contenimento delle infestazioni dei roditori, il Comune precisa che sul territorio sono state dislocate 428 cassette (mangiatoie) contenenti esche per ratti, ciascuna delle quali viene mappata e monitorata periodicamente secondo un calendario concordato con l’impresa, che verifica il consumo delle esche e, laddove necessario, integra o sostituisce il prodotto. Vengono poi effettuati interventi straordinari a chiamata anche in luoghi differenti da quelli che ospitano gli erogatori contenenti esche, circa una trentina quelli effettuati dall’inizio dell’anno.

ARTICOLI CORRELATI