Ven. 09 Dic. 2022
HomeAttualitàSesto, pioggia di multe in via Craxi. Giovani Sestesi: "Ennesimo disastro di...

Sesto, pioggia di multe in via Craxi. Giovani Sestesi: “Ennesimo disastro di questa giunta”

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – Multe e mezzi di servizio per rimuovere le auto in sosta. Con diversi agenti di polizia locale impegnati per far applicare la norma. Ieri mattina a Sesto San Giovanni, in via Bettino Craxi, secondo i Giovani Sestesi è andato in scena un “disastro”. O meglio, “per l’ennesima volta il fallimento politico e amministrativo dell’amministrazione comunale, con numerosi vigili costretti a fare le multe e a rimuovere con il carro attrezzi le automobili parcheggiate (vedi foto allegata) da decine di cittadini vittime della prepotenza del Sindaco Roberto Di Stefano e del suo assessore al Commercio Maurizio Torresani”.

Il vice segretario dei Giovani Sestesi, Antonio Saponara, punta il dito contro la giunta di Sesto: “Come possono gestire una città complessa come Sesto San Giovanni se non sono capaci di gestire nemmeno lo spostamento di un mercato e il cantiere per un sottopasso? Il Comune ha ben pensato di spostare il mercato del venerdì nell’area di via Bettino Craxi, ma ha segnalato il trasloco, semplicemente incollando degli autoadesivi minuscoli sui cartelli di divieto di sosta che fino a pochi giorni fa indicavano il divieto per la sola giornata di martedì. Un vero inganno per i cittadini. Una prepotenza che il comandante della polizia locale ha fatto eseguire senza alcuno scrupolo e senza comprensione verso i cittadini ai quali probabilmente visto il grosso caos non era stata data corretta e ampia comunicazione”, dice Saponara in una nota di partito.

“L’assessore al Commercio Torresani dov’è? Continua a distinguersi per la sua assenza e per la sua inefficienza. Chi pagherà per le decine di contravvenzioni elevate a cittadini incolpevoli? Ci sarebbe anche da indagare sulla correttezza dei tempi, oltre che sulla inefficacia della comunicazione. Il sindaco dei Selfie ha dimostrato ancora una volta di pensare solamente alla sua comunicazione e non a quella per i cittadini. Nonostante i sestesi paghino profumatamente un addetto stampa che sembra essere dedicato a curare solamente l’immagine del Primo Cittadino. Dopo questo fallimento, e dopo il fallimento per la viabilità durante i lavori al sottopasso Campari, dobbiamo attenderci che un nuovo caos sarà creato anche in occasione della riqualificazione del sottopasso Garibaldi”, aggiunge Saponara.

ARTICOLI CORRELATI