Lun. 29 Nov. 2021
HomeAttualitàIl Governo sblocca la vasca del Seveso, Bresso non ci sta

Il Governo sblocca la vasca del Seveso, Bresso non ci sta

[textmarker color=”E63631″]BRESSO[/textmarker] – Il Governo ha dato il suo benestare a procedere con la realizzazione della vasca di laminazione del Seveso all’interno del Parco Nord, rigettando il ricorso presentato dal Comune di Bresso nel 2017.

In una nota dall’assessore regionale al Territorio e alla Protezione civile, Pietro Foroni, spiegando che la Presidenza del Consiglio dei ministri ha infatti dato ragione a Regione Lombardia e rigettato l’opposizione del Comune di Bresso, non essendo questo un “ente preposto in via ordinaria o principale alla cura della salute o dell’incolumità pubblica”. Una dicitura che ha fatto non poco infuriare il nuovo sindaco di Bresso Simone Cairo: “Mette a dura prova il miosenso dello Stato, da quando sono diventato Sindaco, solo tre mesi fa, sono stato costantemente impegnato per tutelare la salute della mia comunità lottando con loro, per loro contro la Legionella“.

Ma a prescindere dai colori politici, la battaglia contro la realizzazione della vasca nel Parco Nord verrà portata avanti dal Comune di Bresso. A presentare il ricorso fu infatti il centrosinistra di Ugo Vecchiarelli, adesso spetterà al centrodestra di Cairo a opporsi nuovamente nonostante il sì del Governo: “La mia Amministrazione ribadisce il suo no alla Vasca di Laminazione nel Parco Nord che distruggerebbe 40 anni di recupero ambientale e creerebbe una palude pericolosa per la salute dei miei concittadini. Analizzeremo insieme ai Bressesi il testo ricevuto dalla Presidenza del Consiglio e continueremo ad opporci a questo progetto“.

Nel frattempo, il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, in qualità di commissario governativo, già la prossima settimana approverà il progetto definitivo. A quel punto toccherà al Comune di Milano, approntare il progetto per procedere fin da subito alla gara d’appalto. E proprio dal Comune di Milano è arrivata soddisfazione per la decisione del Governo, nelle parole dell’assessore all’Ambiente Marco Granelli: “Siamo contenti che la Presidenza del Consiglio dei Ministri abbia sbloccato la realizzazione della vasca di laminazione del Parco Nord. Con questa struttura e l’insieme del sistema di contrasto alle esondazioni sarà più facile proteggere i territori dall’acqua e dal fango del fiume Seveso. procederemo immediatamente con l’esecutivo e con l’acquisizione delle aree di realizzazione della vasca. Questo potrà avvenire nei primi mesi del 2019. Seguirà la procedura di gara per l’assegnazione dei lavori. Contiamo di aprire il cantiere tra fine 2019 e inizio 2020. Sappiamo già che i lavori richiedono venti mesi di tempo, quindi saranno terminati prevedibilmente intorno all’ottobre del 2021“.

 

ARTICOLI CORRELATI