Mer. 28 Set. 2022
HomeCronacaLa polizia di Sesto ferma un suicidio annunciato da una donna di...

La polizia di Sesto ferma un suicidio annunciato da una donna di 56 anni su Facebook

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – “Vado in paradiso, lascio a voi continuare una vita così”. Lo aveva scritto nei giorni scorsi su Facebook una donna di 56 anni residente a Bolzano. Non un solo post, ma diversi, scritti in un evidente momento di sconforto, sul gruppo Facebook “Psiche e Benessere”, che vanta oltre 24mila iscritti. Un psicologa, cofondatrice del gruppo social, residente a Sesto San Giovanni, ha immediatamente allertato la polizia di Stato per segnalare gli istinti suicidi dichiarati dalla donna. La psicologa sestese, al telefono con il sottufficiale di turno, ha comunicato alla polizia di non avere dati sensibili per poter rintracciare la persona che aveva scritto quelle frasi e che aveva manifestato apertamente la volontà di togliersi la vita.

Sono subito scattate le indagini. I poliziotti di Sesto hanno prima cercato la collaborazione della Polizia Postale e quindi della Direzione centrale della Polizia Criminale. Non trovando il giusto supporto hanno così deciso di muoversi in autonomia, contattando direttamente su Facebook alcuni amici della donna che aveva dichiarato di voler praticare il suicidio.

Alla fine gli agenti sestesi hanno trovato una persona, amica della donna, che la 56enne vive a Bolzano. E’ immediatamente partita la segnalazione al commissariato altoatesino, ma ai poliziotti bolzanini non risultava nessuna donna con quel nome residente in città. Si è poi scoperto infatti che l’aspirante suicida stava utilizzando un nick name.

Gli agenti di Sesto hanno scritto più volte, sempre tramite social, anche alla diretta interessata. Che al mattino seguente ha risposto ai messaggi dei poliziotti del Nordmilano, rivelando anche la sua vera identità e dicendo di essere stata presa da un momento di debolezza e sconforto. Una volta svelata l’identità della donna, gli agenti di Sesto l’hanno comunicata ai colleghi di Bolzano che hanno inviato una pattuglia sul posto per verificare le condizioni della 56enne.

 

ARTICOLI CORRELATI