ANFFAS PROMO DAL 7/09 AMF - FARMACIE COMUNALI 1 FA - DISINFEZIONE - SANIFICAZIONE sharebot_monza
sharebot_monza
NMA feb2018 PROFESSIONE CASA Cinifabrique SALA ASSICURAZIONI MCDONALD\'S
MCDONALD\'S

Nordmilano24

News

 Breaking News

Sesto, per Unione Inquilini propaganda politica sull’assegnazione case popolari

Sesto, per Unione Inquilini propaganda politica sull’assegnazione case popolari
novembre 11
06:11 2017

SESTO SAN GIOVANNI – L’assegnazione delle case popolari torna d’attualità politica a Sesto San Giovanni. Dopo che Regione Lombardia ha annunciato di aver inserito Sesto tra le città che sperimenteranno i nuovi criteri di assegnazione delle case sociali Erp, l’Unione Inquilini di Sesto attacca il Comune con un comunicato stampa nel quale ribadisce la sua posizione. Ecco cosa dicono:

“Le case popolari vanno assegnate a chi ne ha diritto secondo criteri oggettivi che si traducono in un preciso e trasparente ordine in graduatoria, non secondo altri parametri che privilegiano questo o
quel gruppo in particolare. La suddivisione in quote è funzionale solo a mettere gli uni contro gli altri i singoli gruppi: anziani contro disabili, giovani coppie contro famiglie mono parentali scatenando di fatto l’ennesima guerra tra “poveri”. E’ da rigettare il tentativo di porre sotto controllo delle forze dell’ordine gli stabili di edilizia residenziale; la logica va invertita: bisogna aumentare il patrimonio pubblico per poter assegnare case pubbliche anche a chi non si trova in condizioni sociali drammatiche.
Lo scopo dell’Amministrazione sembra più finalizzato alle esigenze di facciata che alla soluzione dei problemi reali.
A noi non interessano le prossime scadenze elettorali, ma la garanzia di un tetto per le famiglie che oggi vivono in situazioni di fortuna, in sovraffollamento presso parenti e amici, in albergo senza uso della cucina, quando non addirittura in auto o per strada.
I tempi che la Giunta si è data per iniziare ad affrontare l’emergenza denunciano una grave insensibilità per le sofferenze che decine di famiglie vivono attualmente nella nostra città.
Sembra che l’Amministrazione di Sesto voglia disfarsi del problema degli sfratti semplicemente ignorandolo.
Chiediamo una graduatoria che tenga conto della presenza sul territorio di un centinaio di famiglie colpite dallo sfratto alle qualio va data una risposta nel più breve tempo possibile.
Cose da fare ce ne possono essere tante:
– Assegnare le case di risulta
– Ottenere dall’Aler l’affitto delle case in vendita
– Assegnare alloggi pubblici di ristrutturare con costi a scalare dagli affitti
– Affittare appartamenti a canone concordato e subaffittare a canone sociale agli sfrattati
– Recuperare all’uso pubblico gli stabili degradati
– Fare accordi con le grandi proprietà per affittare gli alloggi sfitti a canoni bassi con la minaccia della requisizione o dell’inasprimento fiscale
– Approvare un piano casa per aumentare la percentuale di ERP
– Dividere gli appartamenti pubblici di 5 locali per raddoppiarne il numero
– Utilizzare il fondo affitti per impedire gli sfratti per morosità”

Autore

Redazione

Redazione

Nordmilano24.it è il portale d'informazione di riferimento per il territorio della fascia nord di Milano

Articoli Correlati

COMMENTI

0 Commenti

Non ci sono ancora commenti!

Non ci sono ancora commenti, vuoi aggiungerne uno?

Scrivi commento

Scrivi Commento

La tua E-mail non verrà pubblicata.
*Campi obbligatori *

Newsletter

Leggi l'informativa privacy

SEGUI NORDMILANO24

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • YouTube