Dom. 21 Lug. 2024
HomeEconomiaSocial media: c’è chi li usa per farsi pubblicità

Social media: c’è chi li usa per farsi pubblicità

[textmarker color=”E63631″]ECONOMIA -[/textmarker] Sono tantissime le persone che trascorrono la maggior parte del loro tempo online visitando le pagine dei social media. Il fenomeno ha preso dei contorni tanto netti da costringere chi si occupa delle strategie di marketing, anche per le aziende, a cercare di approfittare delle pagine disponibili sui social media. Sei interessato all’argomento? Allora scopri di più sul mondo dei social ads approfittando delle varie informazioni disponibili in rete.

Le motivazioni del marketing sui social

Chi ha visitato anche solo rapidamente le pagine dei social media sa bene che la pubblicità vi è sbarcata ormai da tempo. Le forme per farsi pubblicità in questo ambito sono varie, a partire dalla creazione di una vera e propria pagina con il nome di un marchio, di un’azienda, di un’attività commerciale. Grazie a tale pagina sarà possibile prendere contatti diretti con la propria clientela, pubblicizzando le varie attività settimanali che si verificano in azienda, proponendo offerte speciali o semplicemente narrando gli eventi in pieno svolgimento. Per ampliare la rete di conoscenti è in genere sufficiente cominciare dai veri e propri conoscenti “reali”, per poi avvisare i propri clienti della possibilità di trovare informazioni sull’azienda direttamente sulla pagina social dell’attività. In seguito si può allargare la propria cerchia proponendo a chi già ci segue di invitare le persone che conoscono. Oltre a questo si possono anche utilizzare vari altri metodi, per i quali è importante agire seguendo una strategia ben definita, per predisporre la quale è oggi possibile anche contattare dei consulenti, esperti di ads sui social.

Altri tipi di pubblicità sui social

Oltre al metodo diretto i social media permettono di pubblicizzare la propria attività anche con metodi più “tradizionali” se così si può dire. Stiamo infatti parlando comunque di pagine internet, dove è possibile inserire banner e diversi tipi di annunci pubblicitari. Facebook, Twitter e i diversi social network permettono agli inserzionisti, in genere a pagamento, di introdurre informazioni pubblicitarie da inviare ad utenti che corrispondono ad un certo profilo, che abbiano ovviamente accettato questo tipo di contatto. Le campagne pubblicitarie diffuse tramite i social media hanno un vantaggio innegabile: raggiungono quasi esclusivamente persone già interessante, il target corretto. Questo tipo di selezione è più complessa in altre realtà, perché gli utenti della rete non sono sempre precisamente selezionati e profilati. Si pensi ad esempio ad una campagna pubblicitaria online diffusa tramite le pagine di un qualsiasi quotidiano disponibile in rete; in un caso del genere si può raggiungere un target molto ampio, ma non si avrà mai la certezza che chi sta guardando il messaggio sia veramente interessato. Una campagna pubblicitaria tramite i social ads viene invece sviluppata partendo dall’ottimizzazione del sito, che comporta anche la necessità di avviare particolari offerte o proposte, che portano un numero sempre crescente di clienti veramente interessati a seguire le pagine dell’attività sui social. Stiamo quindi parlando di un tipo di messaggio pubblicitario molto mirato e, al contempo, che può dare grandissima risposta in termini di aumento della clientela, anche nel breve termine.

ARTICOLI CORRELATI