Ven. 07 Ott. 2022
HomeBressoLa polizia locale di Bresso è sulle tracce del pirata che avrebbe...

La polizia locale di Bresso è sulle tracce del pirata che avrebbe ucciso Alessio Concia

[textmarker color=”E63631″]BRESSO[/textmarker] – Secondo le ultime indiscrezioni, gli agenti della polizia locale di Bresso sono sulle tracce del pirata della strada coinvolto nell’incidente nel quale ha perso la vita Alessio Concia, bressese di 49 anni che lascia la moglie e due bambini di 6 e 12 anni.

Il sindaco della città di Bresso, Ugo Vecchiarelli, ha rinnovato il suo appello affinché l’automobilista si presenti di sua spontanea volontà alle forze dell’ordine. “Se ha una coscienza si presenti alla polizia perché ha distrutto una famiglia e con il suo gesto ha reso più dolorosa questa tragedia”. “Gli consiglio vivamente di presentarsi al comando della polizia locale, perché stiamo lavorando per individuarlo e le conseguenze per i pirati della strada sono pesantissime”, ha detto anche il capo dei ghisa, Riccardo Brunati.

Già ieri erano stati raccolti alcuni riscontri che sono stati affidati al magistrato affinché disponga delle verifiche, ma non è ancora chiara la dinamica dello scontro. Resta plausibile anche l’ipotesi che Concia sia scivolato sull’asfalto ghiacciato dopo una brusca frenata per evitare un’auto che stava svoltando da via Matteotti verso via Patellani. Probabilmente non c’è stato uno scontro tra la vettura e la moto, ma l’auto avrebbe colpito il corpo del motociclista disarcionato. Saranno effettuati nuovi esami specifici sul casco e sui capi di Concia. Quello che è certo è che l’automobilista ha delle responsabilità e sarebbe ora accusato di omicidio stradale perché con il suo gesto ha provocato la morte del centauro.

ARTICOLI CORRELATI