Mer. 28 Set. 2022
HomeCinisello BalsamoLa sede dell'Asst Nord Milano al Bassini al posto dell'ecomostro

La sede dell’Asst Nord Milano al Bassini al posto dell’ecomostro

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Ieri il consiglio regionale della Lombardia ha approvato un ordine del giorno sulla realizzazione della sede direzionale e amministrativa della nuova Azienda Socio Sanitaria Territoriale Asst Nord Milano. A proporre il provvedimento è stato il consigliere regionale della Lega Nord Jari Colla, cittadino di Cinisello: “Il testo approvato oggi invita la Regione a stanziare le risorse necessarie per la realizzazione della nuova palazzina direzionale e amministrativa della Asst Nord Milano sul territorio di Cinisello Balsamo, all’interno della cinta ospedaliera del Presidio Ospedaliero Bassini, al posto di un imponente edificio a rustico in cemento armato di 15.000 metri cubi, incompleto e abbandonato da anni e ribattezzato con l’appellativo di ‘ecomostro’, che verrebbe finalmente demolito”.

“L’ordine del giorno votato al Pirellone – aggiunge Colla -, è il primo passo di una soluzione che ci consente di ottenere un duplice risultato: il trasferimento in via definitiva, in un’unica sede e inserita nel contesto ospedaliero, della sede direzionale e delle unità tecnico amministrative centrali della nostra Azienda Socio Sanitaria Territoriale, sedi impossibilitate a restare nell’attuale struttura dell’ospedale Buzzi che oggi fa parte di un’altra azienda ospedaliera, e dall’altro rimuovere definitivamente la vergogna di quell’ingombrante ecomostro ormai abbandonato da 25 anni e che più volte ha suscitato l’interesse e le attenzioni dei media”.

Secondo i primi calcoli questo “spostamento” costerebbe a Regione circa 250mila euro, contro i 2 milioni necessari per la costruzione di una nuova sede. “L’abbattimento dell’ecomostro e la costruzione di una nuova sede direzionale è senza dubbio la soluzione più ragionevole e vantaggiosa, sia dal punto di vista economico che sotto l’aspetto funzionale e ambientale, risolvendo un problema che si trascina oramai da 25 anni e per il quale fino ad oggi non era mai stata individuata una idonea ed economica forma di riconversione”, ha concluso Colla.

 

ARTICOLI CORRELATI