Mar. 05 Mar. 2024
HomeAttualitàRaccolta differenziata: un vademecum per i cittadini

Raccolta differenziata: un vademecum per i cittadini

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – “E questo dove si butta?”. Domanda molto comune quando si è alle prese con la raccolta differenziata dei rifiuti. Con l’obiettivo di migliorare la percentuale di raccolta differenziata in città, l’amministrazione comunale di Cinisello Balsamo e Nord Milano Ambiente, società che si occupa del servizio di igiene urbana in città, hanno realizzato una nuova guida per ricordare ai cittadini le regole e le modalità della raccolta.

Si tratta una pubblicazione dal comodo formato e di poche pagine che potrà essere consultata rapidamente per fugare ogni dubbio su come e dove differenziare i rifiuti domestici. Semplici illustrazioni, realizzate da un giovane fumettista, aiuteranno i cittadini, anche stranieri, nella comprensione. La guida verrà distribuita in tutte le famiglie dalla prossima settimana e sarà disponibile presso gli uffici pubblici, la sede della Nord Milano ambiente e in formato digitale sui siti istituzionali del Comune e dell’azienda.

“Attualmente la percentuale di raccolta differenziata è del 54,7% . Ma si può fare di più. L’obiettivo è quello di arrivare al 56% entro la fine del 2016. Un impegno che può essere raggiunto con il contributo quotidiano di tutti”, dicono dal Comune. Nella guida sono contenute tutte le novità, dagli adesivi da applicare sui sacchi non conformi che indicano la tipologia di errore, all’Ecomobile per la raccolta di rifiuti pericolosi.

“Si ricorda infine l’ordinanza che impone dal 19 settembre l’eliminazione di tutti i cassonetti porta rifiuti di grosse dimensioni su tutto il territorio cittadino e nelle proprietà private per consentire un maggior controllo dei rifiuti conferiti e quindi differenziare meglio.

I cassonetti sono quelli da 1100 e da 1.700 litri di colore verde, utilizzati per la frazione indifferenziata che, quindi, dovrà avvenire esclusivamente in sacchi di colore trasparente da 100 litri. Il mancato rispetto dell’ordinanza comporterà l’applicazione di una sanzione che può andare da 150 fino a 500 euro”, chiudono dagli uffici comunali.

 

ARTICOLI CORRELATI