Dom. 27 Nov. 2022
HomeAttualitàGiro dell'Italia in hand-bike: singolare protesta contro le morti sul lavoro

Giro dell’Italia in hand-bike: singolare protesta contro le morti sul lavoro

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – Ben 40 tappe lungo tutta l’Italia per protestare contro le morti sul lavoro e l’immobilità delle istituzioni. Un viaggio che verrà affrontato in hand-bike per dire basta a queste tragedie. L’idea è venuta a Bruno Galvani, presidente della fondazione nazionale Anmil, che il prossimo 28 aprile (data della Giornata mondiale per la sicurezza sul lavoro) comincerà il suo singolare tour di protesta da Monfalcone (GO).

Come riporta il giornale Libertà, nel suo tour di protesta per l’Italia l’uomo ha selezionato 40 città in cui negli ultimi anni ci sono stati episodi di morti sul posto di lavoro. Tra queste anche Sesto San Giovanni, che sarà la decima tappa del suo viaggio fino a Roma dove presenterà il progetto del suo viaggio di denuncia.

Nel 2015 i morti sul lavoro sono tornati a crescere: meno lavoro, meno infortuni, ma più morti, come non accadeva da 18 anni. La denuncia che ci apprestiamo a fare oggi in giro per l’Italia è per le vittime, le loro famiglie, ma anche per le nuove generazioni, perché certi killer come l’amianto finiscano di uccidere. Le leggi? Ci sono e sono opportune, purtroppo devono essere applicate” il commento di Galvani per spiegare la decisione di intraprendere questo viaggio.

ARTICOLI CORRELATI