Sab. 27 Nov. 2021
HomeCinisello BalsamoLavoratori MuFoCo in Regione: "Serve un piano di rilancio"

Lavoratori MuFoCo in Regione: “Serve un piano di rilancio”

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Si erano recati sotto il Palazzo della Regione, a Milano, per manifestare contro la possibile chiusura del museo, anzi, per meglio dire contro il mancato rilancio dell’ente. E poi sono stati ricevuti dall’assessore alla Città Metropolitana e da alcuni consiglieri regionali. Sono i lavoratori del MuFoCo, il Museo di Fotografia Contemporanea che ha sede a Cinisello Balsamo e che è l’unico di tutta Italia nel suo genere.

Il futuro del MuFoCo è ancora a rischio. Perché il progetto di rilancio, che prevede una collaborazione con la Triennale di Milano (che diventerà sede espositiva su suolo meneghino), non è mai entrato nel vivo ma è sempre e solo rimasto un intento politico. “Chiediamo che l’esperienza e la professionalità maturata dai lavoratori in dieci anni di attività vengano difese e che lo staff non sia oggetto di uno smembramento tecnico ma piuttosto di un rinnovato riconoscimento e coinvolgimento in nuove politiche e attività culturali del Museo”, hanno spiegato i lavoratori all’assessore Francesca Brianza e ai consiglieri Colla, Pizzul e Rosati (alla presenza anche del sindaco di Cinisello Balsamo Siria Trezzi e dell’assessore alla Cultura Andrea Catania che hanno voluto dimostrare la loro vicinanza ai lavoratori e hanno portato la voce del Comune che non si è mai tirato indietro rispetto ai suoi impegni, anche economici, nei confronti del MuFoCo). “Ci era stato promesso un potenziamento del Museo con una sede espositiva a Milano alla Triennale. Fino a qui il piano è rimasto solo una bella idea e il MuFoCo rischia di chiudere e noi di rimanere senza un lavoro”.

L’incontro si è chiuso con una richiesta precisa dei lavoratori e dei rappresentanti sindacali: che entro il 31 dicembre venga convocato un tavolo in cui si discuta proprio il rilancio del MuFoCo e attorno al quale siedano tutti i soggetti coinvolti, nessuno escluso, Comune di Cinisello, Città Metropolitana, Comune di Milano, Regione Lombardia e anche il Governo.

FOTO : UN CONVEGNO AL MUSEO

ARTICOLI CORRELATI