Ven. 28 Gen. 2022
HomeBressoChiusura campovolo di Bresso per Expo, i dipendenti rischiano il posto

Chiusura campovolo di Bresso per Expo, i dipendenti rischiano il posto

[textmarker color=”E63631″]BRESSO[/textmarker] – Le tante persone che per decenni hanno lottato e chiesto la chiusura dell’aeroporto di Bresso, ora potrebbero trovarsi fianco a fianco con i soci dell’Aeroclub Milano, loro nemici del passato, che sembrano essere rimasti gli unici in grado di garantire un futuro non commerciale al piccolo scalo bressese.

Mentre sui cieli e sul suolo di Bresso infuria la polemica per i rischi per la sicurezza di Expo che potrebbero venire dal cielo, proprio dai piccoli aeroporti lombardi (leggi anche questo articolo, oppure leggi l’editoriale), a Bresso si sta combattendo un’altra battaglia, o forse più di una. I dieci dipendenti dell’aeroporto, tutti in carico all’Aeroclub Milano, rischiano di perdere il posto di lavoro se l’aeroporto sarà chiuso per tutto il periodo di Expo. Sei mesi senza lavoro, sono troppi. L’Aeroclub stesso, che a Bresso gestisce la scuola di volo, potrebbe chiudere l’attività. Tutto questo accade mentre Enac sta completando la fase di appalto dei diversi edifici del campovolo. Hangar, uffici, officine, bar ecc, sono stati suddivisi tra diversi pretendenti, togliendo la gestione unica all’Aeroclub. Questo comporterà l’ingresso di alcune società commerciali e di altre associazioni e aeroclub. Si teme che i nuovi ingressi possano in qualche modo favorire un cambio di rotta dell’aeroporto, verso soluzioni commerciali.

I sindaci del Nordmilano hanno già lanciato il loro monito ad Enac: niente voli commerciali da Bresso. Ma tutto appare molto incerto. Intanto si attende a giorni la decisione del prefetto in merito allo scalo di Bresso. In occasione di Expo potrebbe essere chiuso, oppure i suoi voli potrebbero essere sorvegliati dai militari così come accaduto in passato.

ARTICOLI CORRELATI