Dom. 07 Ago. 2022
HomeBressoEzio Savino: nasce un'associazione in suo ricordo

Ezio Savino: nasce un’associazione in suo ricordo

[textmarker color=”E63631″]BRESSO[/textmarker] – Ha insegnato per lunghi anni al liceo classico Omero di via Volga, a Bruzzano, quartiere alla periferia Nord di Milano. E verrà ricordato questo sabato, 18 aprile, presso la stessa scuola dove verrà posata una targa commemorativa su iniziativa dell’associazione culturale che è nata a suo nome da un gruppo di ex studenti.

L’Associazione Culturale Ezio Savino ha l’obiettivo di promuovere la conoscenza e la diffusione della cultura classica in tutte le sue forme tenendo vivo il ricordo della passione alla quale ha dedicato tutta la propria vita Ezio Savino. Bressese, professore e ricercatore, giornalista e traduttore, Savino è stato uno dei principali studiosi italiani dei classici greci e latini. Residente da sempre a Bresso era arrivato all’Omero negli anni Settanta; è morto lo scorso ottobre all’età di 65 anni. Istituita dalla famiglia del professor Ezio Savino insieme a un gruppo di ex-studenti del liceo Omero, l’associazione culturale verrà presentata ufficialmente sabato in occasione della cerimonia.

“La targa e l’associazione che ricorderanno Ezio Savino non sono fatte per un ricordo statico, fuso nel bronzo, ma per ripetere a ogni sguardo che esiste un’energia buona, del sapere e della memoria, del coraggio di imparare, del voler credere a tutti i costi che la scuola sia una meravigliosa palestra di crescita”, spiegano le figlie del professore, Beatrice ed Elena, anch’esse entrambe ex studentesse dell’istituto classico.

Alla posa della targa di sabato parteciperanno la famiglia Savino, i fondatori dell’associazione e i docenti che hanno condiviso con il professore i lunghi anni dell’insegnamento, oltre all’attuale corpo docenti e a tutti gli studenti. La cerimonia sarà chiusa da una rappresentazione a cura de “I prescelti di Dioniso”, compagnia teatrale di ragazzi tra i 15 e i 25 anni nata dall’esperienza dei numerosi spettacoli teatrali basati su testi classici promossi da Ezio Savino all’Omero.

La cerimonia sarà anche l’occasione per lanciare ufficialmente la candidatura di Ezio Savino alla “Castela d’Oro”, riconoscimento civico che la città di Bresso dedica ogni anno ai propri cittadini più illustri, su iniziativa di un gruppo di associazioni del territorio.

 

ARTICOLI CORRELATI