Dom. 21 Apr. 2024
HomeBressoIl Metrò 5 arriverà fino a Monza, passando per Cinisello

Il Metrò 5 arriverà fino a Monza, passando per Cinisello

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – La metropolitana a Cinisello non è più solo un desiderio. Almeno così pare, visti i primi atti del Def, il Documento economico finanziario licenziato dal Governo Renzi lo scorso fine settimana. A unto risulta, nel piano economico relativo al 2017 il Governo avrebbe inserito tra le opere prioritarie proprio il prolungamento della M5 da Milano/Bignami a Monza/Centro, passando per Cinisello con almeno 2 fermate. Il condizionale è d’obbligo.

Al momento si tratta solamente di un programma, sebbene pare sia accompagnato da una copertura economica abbastanza capiente consentire sia la realizzazione del progetto esecutivo che dei lavori fino a Monza. Tuttavia non è escluso che in questi 2 anni il Governo possa cambiare idea. Infatti già da tempo Milano spinge perché la metrò sia prolungata verso Ovest, da San Siro verso Figino. Abbiamo però notizia che i Comuni di Monza, Sesto, Cinisello e Lissone stanno preparando “osservazioni” al piano della mobilità di Milano per sollecitare invece priorità al prolungamento da Bignami verso nord. Si tenga conto che già nel 1999 un primo progetto per la M5 era stato finanziato con l’obiettivo di portare il metrò da Milano Porta Garibaldi a Monza. Poi, anche a causa dei tentennamenti delle giunte monzesi, Milano riuscì a spostare i fondi per un progetto tutto sui suoi confini, spostando le fermate di Cinisello e Monza per coprire un tratto da Porta Garibaldi fino a San Siro.

Tornando ai vecchi progetti si dovrebbe riuscire a realizzare una fermata al Parco Nord (zona Metro), ed una seconda nel quartiere Crocetta, in viale Romagna. La terza fermata cinisellese sarebbe quella di Bettola, in corrispondenza del capolinea della M1. A questo proposito, il cantiere in corso prevede già la stazione di passaggio della M5.

All’obiettivo di rifinanziare la M5 verso Monza hanno lavorato in modo significativo i parlamentari Daniela Gasparini di Cinisello e Paolo Grimoldi di Monza che hanno spinto sul Ministero Infrastrutture affinché inserisse questo intervento tra quelli strategici per la mobilità della Città Metropolitana.

ARTICOLI CORRELATI