Dom. 26 Mag. 2024
HomeCologno MonzeseCologno: si vota il 31 maggio. Intanto Sinistra Colognese si allea col...

Cologno: si vota il 31 maggio. Intanto Sinistra Colognese si allea col Pd

[textmarker color=”E63631″]COLOGNO MONZESE[/textmarker] – Si avvicina il momento del voto a Cologno Monzese. Il Governo ha deciso che per le Comunali e le Regionali si voterà in un unico giorno (con eventuale ballottaggio 15 giorni, ma non oltre il 14 giugno) Dunque la data utile sembra domenica 31 maggio.

Week end difficile, dominato da un lungo ponte, che metterà a dura prova i partiti. Cologno Monzese esce da una stagione di scandali e di problemi politico amministrativi che hanno messo sotto accusa il governo di centro sinistra e che hanno allontanato i cittadini della politica. Ma negli ultimi giorni a Cologno, dopo le scintille delle scorse settimane, lo scenario politico va chiarendosi. Saranno almeno 4 i candidati sindaco in campo.

Ma la novità degli ultimi giorni è l’appoggio di Sinistra Colognese al candidato Pd Alessandro Del Corno, uscito vincitore dalle Primarie del Pd prima delle quali la coalizione di centro sinistra si era disintegrata tra le polemiche e le accuse. Così scrive ora la Sinistra Colognese: “Sinistra Colognese farà parte della coalizione di centrosinistra che candida a sindaco Alessandro Del Corno. Al Partito democratico e al candidato abbiamo presentato una serie di proposte programmatiche e politiche per la composizione della coalizione: confine preciso dell’alleanza (centrosinistra), accordo politico al primo turno, rinnovamento nella composizione delle liste. Questi punti sono stati recepiti dalla coalizione (PD – Sinistra Colognese – Partito socialista e Lista civica di centro)”.

Il contendente della schiera opposta è l’architetto leghista Angelo Rocchi, 51 anni, con Lega Nord, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Nuovo Psi e Udc. Inoltre i leghisti collegnesi lo hanno contestato in quanto proveniente da Cernusco.

Loredana Verzino è invece la candidata di Sel, che già in gennaio aveva detto addio al Pd, e della coalizione di sinistra Cologno Democratica e Solidale. Classe 1968 nella vita è funzionario pubblico all’Agenzia delle Entrate.

Monica Motta, pasionaria ambientalista e impegnata nelle battaglie politico-sociali di Cologno negli ultimi anni, è invece la candidata del Movimento 5 Stelle che si oppone a tutta la vecchia nomenclatura.

ARTICOLI CORRELATI