Mar. 25 Giu. 2024
HomeCinisello BalsamoULTIMORA: Parco Nord ancora al freddo, studenti in agitazione

ULTIMORA: Parco Nord ancora al freddo, studenti in agitazione

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Caloriferi congelati e ancora troppo freddo in classe. Al Parco Nord di Cinisello Balsamo ci sono circa 10 gradi nelle aule e gli studenti di tutti e tre gli istituti di istruzione superiore, Cartesio, Montale e Casiraghi, sono in cortile a protestare. “Non si può fare lezione così”.

Ieri le proteste al Cartesio, il più colpito tra i 3 istituti del plesso di via Gorki. Per il terzo giorno di fila gli studenti si sono rifiutati di sedersi ai banchi a causa della temperatura troppo bassa per via della caldaia rotta. Anche oggi, nonostante qualcuno sia entrato, la maggior parte è rimasta fuori. Una replica di ieri, quando ci sono stati anche momenti di tensione, con la dirigente scolastica che ha chiamato i carabinieri e gli allievi che hanno allertato la polizia. La preside, Marina Rossi, sosteneva che i ragazzi stavano bloccando gli ingressi e che si trattava di un’occupazione. Dal canto loro, però. gli studenti hanno detto di aver lasciato autonomia di scelta a tutti: chi voleva, poteva entrare, nessuna decisione presa dall’alto. Un altro motivo di tensione con la dirigente, a quanto riferito dai ragazzi, è stata la sua minacciata sospensione per 5 giorni nei confronti di una rappresentante di classe che si era rifiutata di entrare a scuola. E’ stata anche avviata una raccolta firme in sostegno di questa allieva, perché non venisse sospesa.

LEGGI ANCHE: “Al Cartesio lavori di restyling prima di Natale”

Oggi la situazione non è molto cambiata: anzi, oltre agli studenti del Cartesio, oggi si sono rifiutati di entrare tutti quanti anche quelli del Casiraghi e del Montale. Il dato di fatto è che la caldaia non funziona in tutto il complesso scolastico del Parco Nord: tutti sono al freddo. Se ieri solo gli studenti del Cartesio hanno deciso di non entrare, manifestando il loro dissenso, oggi i tre istituti si trovano uniti nella protesta.

Si tratta della seconda volta in due settimane che si blocca l’impianto di riscaldamento. Mentre la settimana scorsa l’acqua piovana aveva fatto capolino dentro la struttura, spaccando i pannelli del controsoffitto e allagando aule, laboratori e corridoi. Gli studenti ribadiscono, con la loro protesta, che queste non sono le condizioni in cui fare lezione.

LEGGI ANCHE: “Parco Nord al freddo: al Cartesio Manifestazione”

LEGGI ANCHE: “Parco Nord ancora al freddo: gli studenti fuori dalle aule”

LEGGI ANCHE: “Cartesio, guasto riparato, ma i disagi restano”

ARTICOLI CORRELATI