Ven. 12 Apr. 2024
HomeBressoReal, che goduria. La Pelo perde ancora, la Cinisellese pareggia col Sasd

Real, che goduria. La Pelo perde ancora, la Cinisellese pareggia col Sasd

[textmarker color=”E63631″]NORDMILANO[/textmarker] – Esulta il Real Cinisello che sconfigge lo Schuster, pareggia la Cinisellese in casa, mentre viene sconfitta ancora la Peloritana.

IL REAL ESULTA – Finalmente la vittoria arriva, dopo una grande prova corale per due reti a zero contro lo Schuster. Marzolla schiera una formazione grintosa e riesce a portare a casa i tre punti.

REAL CINISELLO: Burrafato, Bartucca (Bertagna dal 61’), Pezzaldi, Pardo (Trevisan dal 84’) , Di Lauro, Hara, Galbiati (Lucchetti dal 73’), Savino, Cosentino, Napoli, Pisano. A disp: Vaghi, Bertagna, Lucchetti, Trevisan, Galia, Fuda, Sebastiani. Allenatore: Marzolla, Vice Frigatti, Capozzi. Dir. Vaghi, Lucia. Ammoniti: Di Lauro, Cosentino

SCHUSTER: Piantanida, Freschi, Esposito (Lattanzio dal 48’), Ferrario, Canzanella, Gaboardi, Pugliese, Marchiello, Bertogli, Burghesu, Castella. A disp.: Asmonti Daniele, Giovene, Asmonti Davide, Fiumara, Steffenini, Bertolgio, Fusar. Allenatore: Ferrario. Dirigenti: Giovene, Asmonti, Lattanzio, Jann. Ammoniti: Ferrario

ECCO LA VITTORIA – Tutto poteva succedere al Comunale di Via Mozart, con un Real alla disperata ricerca della seconda vittoria. Partenza con squadre che si studiano molto ma non si scoprono. Al 3’ occasione per lo Schuster con una punizione alta calciata. Al 4′ occasione per Napoli che sbuccia il palo con un bel tiro al volo sul cross di Pisano. Squadre corte ma nessuna delle due sembra poter prevalere sull’altra. Nulla di fatto sino al 26’: Napoli si impossessa della palla vicino all’area, mette a terra e tanta la penetrazione, ma viene atterrato al limite da Ferrario. Si incarica della punizione Cosentino da destra: tiro rasoterra con palla che passa sotto i piedi della barriera e che l’incolpevole Piantanida non riesce a trattenere. Al 36’ punizione dal limite per lo Schuster ma il cross è debole e la difesa anticipa. Sul capovolgimento di fronte c’è un occasione Real per Pisano che entra in area controtempo sulla difesa, tenta l’anticipo di sinistro esterno ma è bravo Piantanida ad intuire. Si va al riposo dopo un tiro teso di Cosentino che raccoglie palla dal limite, ma alto sulla traversa. Al 49’ c’è una punizione per il Real, ma il cross è debole. Al 50’ bel tiro al volo di Cosentino che raccoglie una respinta della difesa di poco a lato. A seguire ancora bello scambio Napoli – Galbiati che non segue però il successivo uno-due. Ritmo che sale e Schuster che cerca di approfittarne con un colpo di testa di Pugliese che non centra la porta. Al 62’ Pardo raccoglie palla e lancia Cosentino che si accentra e lascia partire un gran tiro che Piantanida oppone con una grande parata in tuffo. Sull’azione successiva è ancora Piantanida che non si fa sorprendere nell’uno contro uno di fronte a Cosentino smarcato magistralmente con un tocco delizioso di Napoli. Al 73 è Lucchetti che fallisce lo specchio della porta dopo avere ricevuto un passaggio smarcante perfetto da Napoli. Al 77’ tiro dell’appena entrato Jann alto. Al 80’ occasione Schuster: brutta entrata di Pezzaldi e punizione per Schuster: nulla di fatto e uscita coi pugni di Burrafato. All’85’ contropiede Real: Savino – Cosentino – Pisano che però si allunga troppo la palla che è preda di Piantanida. Lo Schuster le prova tutte ma senza successo nei 7 minuti di recupero e al 91’ il contropiede del Real è micidiale. Ancora Cosentino serve Pisano sulla linea di porta per il 2-0. 3 punti che sono ossigeno per un Real che oggi ha davvero buttato il cuore oltre l’ostacolo.

PELO, COSI’ NON VA – Diventa preoccupante la situazione dei giallorossi del presidente Tempini che vengono sconfitti per la terza volta consecutiva. A nulla serve l’ennesima punizione magistrale di Siviero e ad evitare un ko che rende la situazione a livello di classifica parecchio complicata e deficitaria. Una partita giocata bene da ambo e le parti ma una sconfitta che adesso dovrà far riflettere tutto l’ambiente per il modo in cui è arrivata. La “Pelo” in questo momento è al penultimo posto a quota 12 punti con alle spalle il solo Città di Sesto. L’Enotria, uscito vincitore dalla contesa contro i giallorossi, è in zona playoff.

CINISELLESE, IL PAREGGIO E’ UNA ROUTINE – Terzo pareggio in altrettante partite per i ragazzi di Pozzi che rimangono al terzo posto in classifica.

CINISELLESE: Granda, Marino, Muttiron, Trelle (17’st Policastro), Cibin, Turchi, D’Onofrio, Accattato, Codjo (25’st Castellini), Beretta, Di Palo. A disposizione: Festi, Arcuri, Rocca, Crea

Marcatore: 3’pt Di Palo

Una Cinisellese in piena emergenza sbatte contro il S.Albino San Damiano. La squadra di Mister Pozzi scende in campo con molti acciaccati ma riesce subito a passare in vantaggio con una serpentina di Di Palo che trafigge il portiere ospite. La Cinisellese rischia di chiudere la partita il primo tempo sbagliando tre grosse palle gol, ma nel secondo tempo la terza della classe non gioca più e il Sasd trova il pari a 8 minuti dalla fine con un gran gol dai 20 metri. Il match termina così sul risultato di 1-1 e con grande rammarico di tutta la compagine cinisellese.

ARTICOLI CORRELATI