Mer. 26 Gen. 2022
HomeSesto San GiovanniPiscine per sole donne, ecco il responso dei lettori di Nordmilano24

Piscine per sole donne, ecco il responso dei lettori di Nordmilano24

[textmarker color=”E63631″]NORDMILANO[/textmarker] – L’iniziativa voluta dal Centro Islamico Sestese e accolta da Geas di una mattinata di nuoto al femminile è stato l’argomento più discusso della settimana.

Sui social network i confronti si prolungati per giorni, sul piano politico i dibattiti non sono stati solo tra destra e sinistra ma anche all’interno dei singoli partiti e, in particolare all’interno del Pd che governa a Sesto ma che non ha visto un parere unanime.

Nordmilano24 ha cercato di seguire la vicenda ascoltando tutte le voci del coro.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DI NORMILANO24 SULLA POLEMICA

Ora è il momento di dare spazio a quella più importante, quella dei nostri lettori che hanno scelto di esprimere il loro parere attraverso il nostro sondaggio.

Ecco che cosa hanno risposto.

La prima domanda, la più diretta, era “Come giudicate il progetto “piscina al femminile” promosso dal Centro Islamico sestese e ospitato nell’impianto Olimpia?”.

Il 27,5% degli intervistati ha risposto “un modo per favorire l’integrazione”, contro il 66,7% che ritiene invece si tratti di “un fenomeno discriminatorio” e il restante 5,6% ha scelto di non rispondere.

output (4)

La seconda domanda proponeva una riflessione più ampia: “La polemica mette in luce le difficoltà di dialogo che spesso ci sono tra diverse culture e religioni. Cosa ne pensate a riguardo?”

Il 27,8% dei rispondenti al sondaggio ha scelto la risposta “non ci vedo niente di male, deve essere rispettata la libertà di culto”, mentre il 22,2% ha preferito l’opzione “temo che dall’idea di favorire l’integrazione possano nascere costrizioni di altro tipo”. Ma la metà dei partecipanti ha risposto “Del Paese che ospita si devono accettare anche le regole”.output (5)

Il terzo quesito “L’iniziativa (già collaudata lo scorso anno) ha scatenato dibattiti e polemiche soprattutto sul web. Cosa ne pensate a riguardo?” ha spaccato invece di più le opinioni.

Il 17,6% ha risposto “trovo tutto eccessivo, dopotutto si tratta di una mattina a settimana”, il 23,5% ha ritenuto si tratti “solo di un pretesto per un battibecco politico”, il 29,4% ha detto “E’ giusto dibattere e confrontarsi” e il restante 29,4% ha invece ritenuto “E’ un episodio apparentemente innocuo ma che tradisce un tema più ampio”.output (6)

Infine abbiamo richiesto un parere libero.

Per rispetto dei nostri lettori e della nostra testata non riportiamo commenti di natura meramente razzista o discriminatoria, evidenziamo invece le due grandi anime del dibattito. Per alcuni lettori si tratta di “una polemica politica”, altri si sono schierati in difesa dello sport, dicendo “meglio praticare il nuoto secondo i propri costumi piuttosto che rinunciarvi”. Non sono mancate opinioni positive dove l’iniziativa è vista come un modo per donne che non godono di un rapporto positivo con il proprio corpo, possano vivere un po’ di sport senza ansie e vergogne.

Gran parte dei commenti liberi si sono però concentrati su come il vivere in Italia debba comportare anche l’accettazione di usi e costumi italiani.

ARTICOLI CORRELATI