Lun. 20 Mag. 2024
HomeAttualitàSotto il palazzo che si fa bello, una discarica a cielo aperto

Sotto il palazzo che si fa bello, una discarica a cielo aperto

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – “Vedi quel frigorifero blu?  Il 27 agosto abbiamo chiamato il Co.Re. per farlo ritirare e quasi un mese dopo non è ancora passato nessuno. E’ per questo che si è creata una discarica sul marciapiede”.

Lorenzo De Lorenzo è uno degli inquilini che in questi giorni sta dormendo nei container montati accanto al suo palazzo di via Marx 606, che è in ristrutturazione. A turno, dieci famiglie alla volta lasciano gli appartamenti e si trasferiscono nei prefabbricati per una quindicina di giorni.

Con la riqualificazione, non sono pochi quelli che decidono di sbarazzarsi di mobili e vecchi arredi. Così, sul marciapiede sotto al palazzone del comune, si è accumulata una vera e propria discarica a cielo aperto. Se si aspetta un po’, oltre al viavai di gente che porta armadi o elettrodomestici, si vedono anche residenti di palazzi vicini che passano a controllare se in quel cumulo ci può essere qualcosa di utile.

“Con la manutenzione in corso, è inevitabile che si accumulino un po’ di materiali – dice De Lorenzo – ma così è proprio brutto. Abbiamo chiesto di mettere un cassone da cantiere per raccoglierli ma la richiesta è rimasta inascoltata”.

sesto san giovanni, palazzo via marx 606, con discarica rifiuti
La famiglia De Lorenzo è una di quelle momentaneamente ospitate nei container

Intanto, foto e video dei cumuli di rifiuti sono stati pubblicati sui social network, e la situazione è stata denunciata dal consigliere comunale Vito Romaniello in un video pubblicato in rete: “Si fa fatica a comprendere come mai i cittadini non utilizzino il servizio messo a disposizione dal Co.Re per il ritiro o non si rechino direttamente in discarica per smaltire i rifiuti ingombranti”, si chiede.

“La telefonata l’ho fatta il 26 di luglio” assicura Francesca M., che abita nel condominio e il giorno dopo ha portato sul marciapiede sotto casa il materasso da buttare: “Ma è ancora lì. Tra l’altro – continua- ad aggiungere roba viene anche gente che non abita in questo palazzo”.

Al di là di questo “imprevisto”, i lavori procedono. A quanto riferito da alcuni inquilini, il clima generale sarebbe di soddisfazione riguardo ai lavori. Del resto, viste dall’esterno, le due facciate sono imparagonabili: grigia e malandata prima, nuova e colorata quella già interessata dai lavori.

Così il palazzo che era tra i più malmessi di Sesto sta assumendo pian piano un volto completamente diverso, pur mantenendo la sua specificità nella forma squadrata che lo rende da sempre così caratteristico.

sesto san giovanni, palazzo via marx 606, con discarica rifiuti

ARTICOLI CORRELATI