Mar. 27 Feb. 2024
HomeCinisello BalsamoVisentin critica il bilancio: "Frutto di una previsione ottimistica"

Visentin critica il bilancio: “Frutto di una previsione ottimistica”

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Una visione che si basa sulla “presunzione di introito”. Uno sbandierato elenco di risultati positivi nei capitoli importanti che sarebbero solo frutto di una stima ottimistica. A puntare il dito contro il bilancio previsionale 2014-216 approvato lunedì sera dal consiglio comunale è Riccardo Visentin.

Il capogruppo del Pdl sottolinea quella che chiama un’“anomalia”, e cioè che il Comune faccia affidamento sul recupero dell’elusione ed evasione fiscale, dei crediti e delle sanzioni al codice della strada: “Troppo spesso – dice il consigliere – si fa riferimento al fondo svalutazione e crediti. Abbiamo già visto anche visto nel passato recente, e l’assessore al bilancio è lo stesso, quanto non siano stati raggiunti obbiettivi importanti nel recupero di multe, ruoli ecc. Il buco in questo senso aumenta sempre di più, i risultati percentualmente di recupero sono bassi”.

In secondo luogo, Visentin ribadisce la sua protesta, già espressa in consiglio, in merito ai revisori dei conti: “Non hanno mai partecipato ad una seduta del bilancio – denuncia – A mio parere questo è sintomo di una non sintonia con l’amministrazione. Ricordo che i revisori sono estratti, mentre prima erano indicati dai partiti. La cosa ha aspetti sia negativi che positivi, certo, ma non essere mai stati presenti è indice di una visione o interpretazione diversa del bilancio”. Il risultato sarebbe stato la mancanza di una controparte, in grado, ad esempio, di mettere in luce il mancato rispetto delle riduzioni richieste dalla legge per quanto concerne le uscite legate al personale.

Infine il capogruppo del Pdl critica il rigetto di ogni emendamento da lui avanzato in consiglio comunale. Anche se, di contro, sono stati approvati i suoi tre ordini del giorno, che richiedono “un impegno più generico”.

Si tratta dei seguenti punti:

– Restauro del monumento ai caduti (Sagrato della Chiesa di Sant’Amborgio e Balsamo), in vista dei 100 anni della Grande Guerra  e 70° Resitenza;

– Commemorazione della giornata del Ricordo, 10 febbraio, (Foibe), (come legge 92 del 30 marzo 2004), che fino ad oggi a Cinisello non è mai stata celebrata (fa eccezione la mostra di quest’anno al Pertini);

– Estensione nelle zone della città, delle telecamere di videosorveglianza. (Ordine del giorno del Pdl unificato a quello della Lega e della Lista la Mia Città);

Infine Visentin si toglia un ultimo sassolino relativo al metodo seguito dall’Amministrazione: “quest’anno non abbiamo avuto la possibilità di avere il Peg, il piano esecutivo di gestione, uno strumento che dice chiaramente, attraverso codici, come vengono spesi i soldi, voce per voce. Siamo andati quindi un po’ al buio. In passato questo strumento ci era sempre fornito. Anche in questo caso la trasparenza non è stata il massimo”.

ARTICOLI CORRELATI