Mar. 09 Ago. 2022
HomeAttualitàGli sfrattati interrompono il Consiglio: "bisogna fare qualcosa"

Gli sfrattati interrompono il Consiglio: “bisogna fare qualcosa”

[textmarker color=”E63631″]SESTO SAN GIOVANNI[/textmarker] – “Non possiamo fare niente, quello che potevamo fare lo abbiamo fatto. Magari intervenendo all’ultimo, ma non abbiamo lasciato nessuna famiglia in mezzo alla strada. Non ci sono né soldi né case vuote”. Apre le braccia sconsolato il vicesindaco di Sesto Felice Cagliani, di fronte alle decine di famiglie che l’altra sera sono andate in Comune e hanno interrotto il consiglio comunale per portare all’attenzione il loro problema. “Abbiamo chiesto la dilazione degli sfratti al prefetto – continua Cagliani – e siamo in attesa di un bando regionale di 260mila euro in due anni, con il quale intervenire anche pagando le rate mancanti alle famiglie in difficoltà: queste sono le sole cose che possiamo fare”.

unione inquilini interrompe il consiglio

Diverse famiglie sono già state sgomberate e altri sfratti esecutivi sono in programma dal 18-19 giugno in poi. Anche in appartamenti con bambini. Nei prossimi mesi saranno decine le famiglie che rischiano di essere mandate via da casa, denuncia allarmato il sindacato dell’Unione Inquilini, che ha chiesto al Comune di intervenire obbligando i costruttori a mettere a disposizione le case sfitte o requisendo i tanti edifici non sfruttati della città.

Venerdì pomeriggio, a partire dalla 17,30, il sindacato insieme ai comitati che sostengono i cittadini che rischiano di perdere la casa organizzano una camminata di sensibilizzazione e protesta per le vie della città. Un tour che partendo dal palazzo ex Impregilo di viale Marelli toccherà i principali edifici inutilizzati di Sesto, per richiamare l’attenzione sul diritto alla casa e sulla necessità di prendere qualche provvedimento anche azzardato.

unione inquilini interrompe il consiglio

ARTICOLI CORRELATI