Gio. 23 Set. 2021
HomeAmici animaliCornacchie morte al Parco Nord. Capelloni: nessun allarme

Cornacchie morte al Parco Nord. Capelloni: nessun allarme

[textmarker color=”E63631″]CINISELLO BALSAMO[/textmarker] – Cornacchie morte appese ai rami degli alberi. Immagini di questo tipo sono circolate nei giorni scorsi su Facebook. Ed era scattato un mini allarme al Parco Nord, location dove sarebbero state scattate le fotografie.

A rassicurare tutti arrivano le parole di Erminio Capelloni, responsabile del corpo delle Gev, le Guardie ecologiche volontarie del Parco Nord. Che tranquillizza gli animi: “Nessun allarme. Abbiamo avuto solo due segnalazioni ma non per questo si tratta di un caso. Il parco è pieno di uccelli di quel tipo, che ovviamente, è una cosa naturale, possono anche morire. Può essere che qualcuno che si è imbattuto in qualche carcassa ha deciso di metterla in evidenza per permettere a noi Gev di prendere il corpo dell’animale e smaltirlo come più opportuno”.

“I casi che ci sono stati segnalati sono solo un paio – chiosa il responsabile delle Gev -. Se qualcuno avesse comunque fatto altri avvistamenti può rivolgersi a noi. Il nostro ufficio è aperto all’interno della Cascina Centro Parco”.

Per Capelloni questa è anche l’occasione per ricordare che ci sono ancora posti disponibili per il nuovo corso di formazione per Gev. “Il corso partirà dopo l’estate. Per ora abbiamo circa 40 iscrizioni. Si possono iscrivere tutti, al termine del corso si ha la qualifica di Gev e si può prestare il proprio servizio per difendere, sorvegliare e anche migliorare il Parco Nord che è un vero gioiello naturale”. 

ARTICOLI CORRELATI