Lun. 20 Mag. 2024
HomeAttualitàIndustria meccanica: il bergamasco si conferma importante motore di crescita economica

Industria meccanica: il bergamasco si conferma importante motore di crescita economica

L’industria meccanica bergamasca si conferma un punto di riferimento nel settore e un importante motore di crescita economica per il Paese.

Secondo Confindustria Bergamo, l’indagine congiunturale di Federmeccanica mostra come il comparto sia particolarmente reattivo e diversificato, in grado di mantenere l’occupazione stabile anche con la frenata della produzione metalmeccanica nel terzo trimestre 2023 avvenuta dopo una lunga fase di crescita post pandemia.

La situazione positiva per le aziende bergamasche è confermata dal 58esimo studio di Mediobanca sulle principali imprese italiane del mondo industriale. In particolar modo, la classifica ha evidenziato gli ottimi risultati ottenuti dalle società bergamasche, infatti ben 7 big del settore hanno superato 1 miliardo di fatturato e continuano a crescere. Ma la solidità del tessuto produttivo bergamasco è data soprattutto dalle numerose piccole e medie imprese altamente specializzate presenti nel territorio e in grado di esportare i loro prodotti in tutto il mondo.

Meccanica di precisione: a Bergamo l’eccellenza nelle lavorazioni complesse

Negli ultimi anni le aziende bergamasche della meccanica di precisione hanno puntato sempre di più su ricerca, sviluppo e innovazione, preservando le maestranze e il know-how artigiano ma senza sottovalutare l’importanza dell’evoluzione tecnologica. In questo modo molte realtà sono oggi in grado di assicurare un’elevata qualità del prodotto finale, offrire soluzioni personalizzate per i clienti e adattarsi rapidamente ai cambiamenti del mercato.

Questi tratti distintivi emergono anche dall’alta specializzazione nelle lavorazioni meccaniche complesse da parte dell’industria bergamasca, un settore estremamente difficile e competitivo in cui sono richieste la massima accuratezza, una qualità garantita e tempi di consegna ridotti. Attraverso le competenze acquisite dalle realtà del posto e investimenti mirati in macchinari di ultima generazione, le società bergamasche possono garantire tolleranze dimensionali e geometriche molto strette, anche di pochi micron.

Inoltre, le migliori aziende specializzate in lavorazioni meccaniche della provincia Bergamo possono intervenire anche su materiali difficili per durezza e complessità, realizzare lotti di produzione di media e grande dimensione e lavorare qualsiasi materiale, con un’elevata specializzazione nelle lavorazioni meccaniche complesse degli acciai legati.

Questo grande potenziale ha portato alla nascita di importanti poli della meccanica di precisione nel bergamasco, in cui le aziende sono capaci di realizzare quasi tutti i processi internamente come la tornitura, la fresatura, la lappatura e le rettifiche.

Il valore aggiunto pro capite della provincia di Bergamo

L’industria bergamasca offre un importante contributo non solo all’economia locale, ma anche alla crescita della Lombardia, del Nord Italia e del PIL nazionale. Si tratta infatti di un settore con una domanda di personale molto qualificato, specialmente tecnici, operai specializzati e ingegneri, una richiesta che spesso deve fare i conti con la carenza dell’offerta di manodopera qualificata e la conseguente difficoltà a reperire le figure professionali necessarie allo sviluppo del comparto.

La meccanica di precisione è anche un ambito con una forte vocazione internazionale, con la domanda estera che continua ad aumentare nonostante la congiuntura globale poco favorevole e le esportazioni che ormai premiano più della richiesta interna.

Grazie al contributo dell’industria il valore aggiunto pro capite della bergamasca è cresciuto del 6,4% nel 2022 raggiungendo i 33.779 euro, secondo quanto rilevato dal Centro Studi Tagliacarne e Unioncamere, con Bergamo che si è attestata al 19esimo posto tra le province italiane e al terzo posto in Lombardia dopo Milano e Brescia.

Il futuro della meccanica di precisione nel bergamasco

La meccanica di precisione bergamasca è una delle più rinomate e apprezzate in Italia e nel mondo, soprattutto grazie alla sua capacità di evolversi rapidamente in un comparto industriale altamente specializzato.

Inoltre, secondo un’indagine di Federmeccanica, le aziende meccaniche della provincia di Bergamo hanno una situazione patrimoniale buona o normale senza problemi di liquidità aziendale, infatti quasi 8 società su 10 effettueranno investimenti nel prossimo semestre.

Proprio gli investimenti in ricerca, innovazione e tecnologia sono una componente fondamentale per operare in questo contesto ad alti livelli, con un mercato sempre più esigente alla costante ricerca di soluzioni efficaci per la realizzazione di pezzi e macchinari complessi. D’altronde, un passo importante è stato compiuto con l’adozione e la diffusione delle macchine CNC, ossia a controllo numerico computerizzato, sistemi che hanno permesso di aumentare la precisione delle lavorazioni, ridurre i costi operativi e alleggerire l’attività degli addetti.

Oggi però la tecnologia sta continuando a migliorare l’efficienza e la flessibilità dei processi di tornitura, fresatura e lappatura nella meccanica di precisione, grazie all’introduzione di soluzioni sempre più avanzate come i dispositivi IoT e le nuove tecnologie digitali. Nei prossimi anni questo processo riceverà inevitabilmente anche il contributo dell’intelligenza artificiale, con l’IA che potrà aumentare ancora l’automatizzazione delle lavorazioni, minimizzare gli inconvenienti come i fermi macchina attraverso la manutenzione predittiva e ottimizzare ulteriormente i parametri di produzione.

ARTICOLI CORRELATI