Sab. 02 Mar. 2024
HomeAppuntamentiCinisello Balsamo: “More of Cinifabrique”, una certa idea di bello

Cinisello Balsamo: “More of Cinifabrique”, una certa idea di bello

Alcuni studenti di architettura del Politecnico hanno trascorso del tempo negli spazi di via Canzio 11 impegnati nel laboratorio “Sustainable architecture construction studio”. I frutti del loro lavoro progettuale saranno visibili a tutti nella mostra ospitata al Pertini dal 9 al 15 dicembre

Un gruppo di studenti del Politecnico di Milano ha frequentato nei mesi scorsi il sito di Cinifabrique perché scelto nell’ambito del laboratorio “Sustainable architecture construction studio” come caso di studio per sviluppare l’attività progettuale. I progetti degli studenti confluiranno nella mostra “More of Cinifabrique” che sarà ospitata al Pertini dal 9 al 15 dicembre: in esposizione disegni e plastici che sviluppano possibili soluzioni green per un potenziale ampliamento della struttura. Ne parliamo con il docente che ha accompagnato gli studenti in questa iniziativa, il professor Marco Scaioni, Ordinario di Geomatica presso il Politecnico di Milano, Dipartimento di Architettura, dell’Ambiente Costruito e dell’Ingegneria delle Costruzioni.

Professor Scaioni, può raccontarci l’iniziativa?
Il corso di “Sustainable architecture construction studio” del Politecnico di Milano ha scelto Cinifabrique come sito di studio per sviluppare i laboratori del proprio anno accademico. Qui, dunque, si è svolto il laboratorio in inglese del nostro corso, dove insegnano anche il professor Gian Luca Brunetti e il professor Giacomo Boffi, rispettivamente del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale e del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani. Abbiamo innanzitutto operato dei rilievi topografici con tecniche avanzate utili alla realizzazione dei progetti e ci siamo immersi nella realtà del luogo. Come ci suggerisce sempre l’architetto Renzo Piano, che insegna in alcuni corsi della nostra Università, spendere del tempo per conoscere a fondo il sito di un progetto è fondamentale per toccare con mano le caratteristiche e le peculiarità, in questo caso, di Cinifabrique.

Che cosa vi ha colpito durante la vostra attività?
Cinifabrique è un luogo che ha delle specificità e dove si svolgono molteplici attività che necessitano di spazi flessibili. Ci sono, per esempio, i laboratori degli artigiani, le aule per i ragazzi che sono aiutati nello studio e alcuni punti di aggregazione spontanei. Oltre ai locali interni c’è un’area verde anch’essa oggetto dei nostri studi. Inoltre abbiamo anche considerato la struttura collegata con la città. Pensiamo alla vicinanza con un ospedale, un parco, le piste ciclabili. Il nostro lavoro è orientato nel senso di immaginare un futuro per questo luogo che può essere migliorato considerando la sua importante funzione pubblica e sociale all’interno della città. Ad esempio all’area esterna si potrebbero apportare delle migliorie e operare dei cambiamenti.

Ci parli dei progetti realizzati dagli studenti.
I gruppi composti da 3 o 4 studenti hanno realizzato 14 progetti, ai quali se ne aggiungeranno alcuni sviluppati nel corso del precedente anno accademico. Abbiamo cercato di comunicare ai nostri studenti che ogni progetto architettonico deve essere bello, sostenibile e funzionale. E sono convinto che il lavoro degli studenti del laboratorio sia stato orientato da questi princìpi ispiratori.

L’edificio attuale occupato da Cinifabrique

 

 

Studenti e docenti durante le attività di rilievo 3D a Cinifabrique
I docenti e i referenti di Cinifabrique presentano il sito agli studenti
Dalla rappresentazione dello stato di fatto attuale di Cinifabrique…
… a un progetto completo (Dott.Arch. Swarna Anandha Kumar – A.A. 2022-2023)
Masterplan di un progetto
ARTICOLI CORRELATI