Sab. 02 Mar. 2024
HomeAttualitàMedicina estetica a Milano e dintorni: i trattamenti più richiesti

Medicina estetica a Milano e dintorni: i trattamenti più richiesti

L’utilizzo di tecnologie e materiali sempre più all’avanguardia ha rivoluzionato il settore della medicina estetica negli ultimi anni e sono sempre di più coloro che si rivolgono agli specialisti del settore per sottoporsi a trattamenti che hanno come obiettivo quello di correggere vari tipi di inestetismo valorizzando al massimo la bellezza naturale della persona.
Si deve innanzitutto ricordare che la medicina estetica non deve essere confusa con la chirurgia estetica, disciplina che, a differenza della prima, richiede il ricorso al bisturi. La medicina estetica è quindi un metodo sicuramente meno invasivo e che richiede tempi di recupero decisamente più brevi.
Fatta questa doverosa premessa, scopriamo a chi rivolgersi in Lombardia per trattamenti di medicina estetica – in particolare nella zona di Milano e dintorni -e quali sono attualmente quelli più richiesti.

A chi rivolgersi in Lombardia per un trattamento di medicina estetica?

Esistono diversi centri di medicina esteticainLombardia; fra i tanti, uno di quelli più all’avanguardia è questo centro medicina estetica ad Assago, una struttura altamente specializzata e che adotta tecnologie particolarmente moderne e avanzate. È infatti opportuno ricordare che, trattandosi di procedure delicate, è sempre necessario rivolgersi a centri di assoluta affidabilità sotto tutti i punti di vista, in primis quello della sicurezza.

Medicina estetica: i trattamenti più gettonati

Numerosi sono i trattamenti che possono migliorare il proprio aspetto e conseguentemente il rapporto con sé stessi e la propria autostima.
Fra i molti trattamenti, il primo posto in quanto a richieste va probabilmente al botulino (botox), al quale è possibile ricorrere per prevenire o trattare le cosiddette “rughe d’espressione” (che possono essere frontali, tra le sopracciglia, del contorno occhi ecc.) così dette perché la loro formazione è soprattutto dovuta al movimento praticamente incessante dei muscoli facciali. Possono accentuare questo inestetismo altri fattori come per esempio l’assottigliamento cutaneo dovuto all’invecchiamento, gli agenti inquinanti, i raggi UV ecc.
Particolarmente richiesti sono poi i filler facciali all’acido ialuronico; quest’ultimo è una sostanza di riempimento, che ha una consistenza simile a un gel e che viene iniettata nel derma per ridurre rughe e altri inestetismi. Esistono filler riassorbili (i più utilizzati), semipermanenti e permanenti. Con i filler si trattano diverse zone del viso fra cui quelle delle labbra, degli zigomi, delle sopracciglia e degli occhi.
Sempre più richiesta negli ultimi anni è la soluzione dei fili di trazione riassorbibili (nota anche come light lift), un altro trattamento non chirurgico in grado di rimodellare e ringiovanire volto, collo e décolleté attraverso il risollevamento dei tessuti. Si basa sull’inserimento a livello sottocutaneo di sottilissimi fili tensori che stirano la cute regalando un effetto visibile fin da subito, e molto naturale e armonico.
Molto gettonata, infine, è anche la soluzione della blefaroplastica non ablativa, tecnica che si pone come alternativa alla blefaroplastica chirurgica. Con questa metodica si eliminano gli inestetismi della zona palpebrale come per esempio le cosiddette palpebre cadenti (ptosi palpebrale). Anziché tramite incisioni chirurgiche, questa tipologia di blefaroplastica si avvale dell’utilizzo di micro radio-bisturi a sublimazione termica. La blefaroplastica conferisce al viso del paziente, un aspetto più giovane e riposato.

ARTICOLI CORRELATI