Gio. 25 Lug. 2024
HomeBreaking NewsCinisello Balsamo, le mappe sensoriali in Villa Ghirlanda

Cinisello Balsamo, le mappe sensoriali in Villa Ghirlanda

Si tratta di pannelli visuo-tattili e sonori posizionati strategicamente nell'intero sito e che consentono a chiunque di condividere l'esperienza della visita. L’iniziativa nasce dalla stretta collaborazione tra l’Amministrazione comunale e l’Associazione Lions Club

Sono stati inaugurati in Villa Ghirlanda, nella Sala degli Specchi, i pannelli visuo-tattili e sonori collocati in punti strategici del sito. Si tratta di vere e proprie mappe, progettate secondo i principi del Design for All, che consentono diverse modalità di lettura, facilitando la condivisione di esperienze. Un progetto che oggi diventa realtà e che consentirà davvero a tutti, anche con deficit sensoriale, di scoprire e conoscere l’intero complesso di Villa Ghirlanda.

La collaborazione con l’Associazione Lions Club di Cinisello Balsamo

L’iniziativa nasce dalla stretta collaborazione tra l’Amministrazione comunale e l’Associazione Lions Club, presente sul territorio dal 1966 dove è impegnata nella promozione di iniziative a favore della solidarietà con eventi inclusivi per il vasto pubblico. L’intervento, il cui costo è sostenuto dall’Associazione Lions Club di Cinisello Balsamo, con la partecipazione del Comune di Cinisello Balsamo, è realizzato dalla Società Rataplan con il supporto dell’arch. Marco Ceccherini, progettista, esperto in valorizzazione del patrimonio culturale e accessibilità, e il coinvolgimento del personale comunale che opera in Villa Ghirlanda.

I pannelli sono stati installati in diversi punti dell’edificio e del giardino, integrano elementi visivi (testi, disegni e diagrammi), elementi tattili (testi in braille, disegni in rilievo) e contenuti audio di carattere descrittivo e narrativo con QR code e Tag NFC.
Quattro i percorsi presenti che consentono o di ricevere informazioni e dettagli sul sito storico e le sue caratteristiche e studiati ripercorrendo, in parte, il documento Descrizione di Villa Silva del 1811, opera dell’antico proprietario, il conte Ercole Silva, cultore di storia e botanica.

1) Cortile d’onore: dall’ingresso della Villa un inquadramento storico del complesso e la sua evoluzione in relazione alla città-borgo di Cinisello, mentre la Magnolia monumentale introduce al tema botanico e paesaggistico.
2) Il parterre e la facciata orientale che corrisponde al grande parterre erboso retrostante la Villa caratterizzato dalla presenza di arredi scultorei. Da qui inizia il percorso ad anello che ricalca la passeggiata progettata e descritta da Ercole Silva, consentendo un excursus storico.
3) Esedra della salute e boschetto dei tassi: dove sorge il Tempietto situato in un punto da cui godere una triplice prospettiva. Un elemento architettonico che permette di mettere in evidenza alcune caratteristiche del giardino all’inglese.
4) Obelisco e bagolaro centenario: definito albero monumentale, è distintivo delle specie arboree locali. Tra i vari resti scultorei, la presenza di una lapide con dedica a J. Gutenberg introduce il tema del giardino come luogo di pace e raccoglimento. L’obelisco, recentemente restaurato, con i suoi elementi originali recuperati e visibili sulle sue facciate.

Successivamente è prevista la possibilità di inserire altre tre tappe: una dedicata al Belvedere e Chalet svizzero; una per il Lodge scozzese, edificato da Carlo Ghirlanda Silvia a metà XIX sec., al posto del tempio in rovina di Giano, descritto da Ercole Silva; e infine una per il Bosco che consentirebbe una riflessione approfondita sul tema della salvaguardia dell’ecosistema del giardino, soprattutto in ambiente urbano.

“Inauguriamo un progetto che, grazie alla sensibilità e impegno del Lions Club, dimostra l’anima inclusiva della nostra città. Le mappe sensoriali sono una novità per Cinisello Balsamo, e aiuteranno davvero tutti a conoscerla, scoprendone il lato artistico e culturale”. Così il Sindaco Giacomo Ghilardi.

“I pannelli che presentiamo sono un progetto di notevole valenza, adottato da pochissimi Comuni in Lombardia. Un’iniziativa, pressoché esclusiva, che arricchisce la nostra città. Articolata in quattro percorsi appositamente studiati per la nostra Villa, consentirà di scoprirla e viverla grazie a un’esperienza unica che coinvolge la vista, il tatto e l’udito”. Ha commentato l’Assessore alla Cultura e Identità, Daniela Maggi.

ARTICOLI CORRELATI