Dom. 26 Mag. 2024
HomeAppuntamentiCinisello Balsamo, Mufoco: "L’Italia è un desiderio", l’avventura di una grande mostra...

Cinisello Balsamo, Mufoco: “L’Italia è un desiderio”, l’avventura di una grande mostra a Roma

Le immagini, gli artisti, il dietro le quinte, la risonanza mediatica. Il racconto della grande mostra sul paesaggio che ha portato il Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo e la sua collezione all'attenzione di tutta Italia.

Il racconto della grande mostra sul paesaggio che ha portato il Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo e la sua collezione all’attenzione di tutta Italia. Le immagini, gli artisti, il dietro le quinte, la risonanza mediatica. Ma anche l’annuncio delle importanti novità in arrivo e le iniziative in programma nei prossimi mesi. È il contenuto dell’evento che avrà luogo a Villa Ghirlanda Silva giovedì 28 settembre, alle ore 20.45. Un invito congiunto dell’Amministrazione comunale e del Mufoco, rivolto a tutti i cinisellesi, per restituire alla città in cui il Museo ha sede la ricchezza dell’esperienza vissuta con l’esposizione della mostra L’Italia è un desiderio. Fotografie, Paesaggi e Visioni (1842-2022), e rendere partecipi i cittadini del grande successo riscontrato, rivivendone i momenti più significativi.

La mostra è stata esposta dal 1° giugno al 3 settembre 2023 a Roma, alle Scuderie del Quirinale, sede prestigiosa che ha ospitato in passato esposizioni di grande respiro come quella dedicata a Raffaello nel cinquecentenario della sua morte. Visitata da oltre 15mila visitatori, molti dei quali stranieri, è stata accompagnata da un ricco programma di conferenze ed eventi speciali con storici dell’arte, poeti, antropologi ed architetti. Organizzata da Scuderie del Quirinale con Fondazione Alinari per la Fotografia e il Museo di Fotografia Contemporanea, la mostra è nata dalla volontà di far conoscere al pubblico il ricco patrimonio fotografico di cui il nostro Paese dispone, sia storico, con le opere della Fondazione Alinari, sia contemporaneo, con le opere del Museo di Fotografia di Cinisello Balsamo. Un arco temporale significativo coincidente con la storia stessa dell’“invenzione maravigliosa”, dagli albori fino ai giorni nostri. Al centro dell’esposizione il paesaggio inteso come elemento identitario della cultura italiana, presentato attraverso una selezione di oltre 600 opere di cui 371 immagini, di 111 autori della fotografia italiana e internazionale dal dopoguerra ad oggi, provenienti dalla collezione del Museo di Fotografia Contemporanea.

“Il Museo, unico esempio pubblico in Italia dedicato alla fotografia contemporanea, e le sue prestigiose collezioni rappresentano un motivo di orgoglio per la nostra città – commenta il sindaco Giacomo Ghilardi -. L’esperienza al Quirinale è stata una ulteriore opportunità per mostrare al grande pubblico la valenza di questa Istituzione e il ricco patrimonio fotografico di cui dispone. Per questo desideriamo restituire ai nostri cittadini il fascino di quella mostra, renderli partecipi del successo ottenuto”. Il programma dell’evento cinisellese prevede, dopo i saluti istituzionali del Sindaco di Cinisello Balsamo, Giacomo Ghilardi e del vice presidente del Mufoco, Massimo Pratelli, un talk con il team del museo condotto dai giovani del Pertini Radio, accompagnato da immagini e video sulla mostra. La serata sarà anche l’occasione per presentare le novità che riguardano il Museo e, in assoluta anteprima, i programmi autunnali, molti dei quali dedicati specificatamente al territorio cittadino e i suoi abitanti. “Il Mufoco con le sue iniziative eccezionali e con la sua quotidiana attività è un’eccellenza culturale e un valore sociale – dichiara il presidente del Museo di Fotografia Contemporanea Davide Rondoni -. Nell’epoca delle immagini rapide e ingannevoli e della fotografia a portata di tutti il Mufoco ci insegna a guardare. Perché una persona che non sa guardare è perduta”.

 

ARTICOLI CORRELATI