Dom. 21 Lug. 2024
HomeBreaking NewsCome è andato il test "IT-Alert" in Lombardia

Come è andato il test “IT-Alert” in Lombardia

È andata bene, molto bene” così l’assessore regionale alla Protezione Civile e Sicurezza, Romano La Russa, ha commentato il test ‘IT-Alert’ che ieri, martedì 19 settembre, ha coinvolto tutte le persone in possesso di un telefonino sul territorio della Lombardia. “Abbiamo anche notizie – aggiunge l’assessore – di alcune scuole nelle quali gli insegnanti ne hanno approfittato per svolgere una lezione di educazione civica nella quale far comprendere l’importanza della prevenzione e del ruolo della Protezione civile. A loro va il nostro ringraziamento”.

I cellulari hanno ricevuto un messaggio accompagnato da un suono unico e riconoscibile. Una volta a regime il sistema sarà in grado di informare la popolazione in caso di gravi emergenze imminenti o in corso. Nella sperimentazione avvenuta ieri nella nostra regione alle 12 non sono state registrate particolari criticità, anche se, in alcuni, casi il telefonino è suonato qualche minuto dopo l’orario stabilito.

Sui cellulari è giunto un avviso sonoro e il testo “AVVISI DI EMERGENZA – Questo è un MESSAGGIO DI TEST del sistema di allarme pubblico italiano. Una volta operativo ti avviserà in caso di grave emergenza. Per informazioni vai sul sito www.it-*Alert*.it e compila il questionario”.

Il calendario dei test nelle altre regioni

Il calendario prevede poi il test domani, giovedì 21 settembre, quando i messaggini arriveranno nel Lazio, in Valle d’Aosta e in Veneto. Il 26 settembre toccherà all’Abruzzo e alla Provincia Autonoma di Trento. Il 27 settembre i cellulari sarà il turno della Liguria, mentre il 13 ottobre nella Provincia Autonoma di Bolzano.

Finora sono stati quasi 800 mila i questionari compilati a seguito delle attività dei primi cinque test di IT-alert effettuati tra fine giugno e inizio luglio 2023 in Toscana, Sardegna, Sicilia, Calabria ed Emilia-Romagna. Il 90% di chi ha risposto ha dichiarato di aver ricevuto il messaggio di prova, mentre il restante 10% ha indicato di non averlo ricevuto sebbene si trovasse, nel giorno e nell’ora dei test, sul territorio interessato. Tra coloro che hanno ricevuto il messaggio, il 97% ha risposto di averlo trovato chiaro. Sempre rispetto al totale di chi ha indicato di aver ricevuto correttamente il messaggio, l’84% ha dichiarato di non aver avuto difficoltà nell’interagire con la notifica di IT-Alert, mentre il restante 16% ha segnalato come principale difficoltà riscontrata quella dovuta al fatto che il messaggio scompare dopo la visualizzazione.

ARTICOLI CORRELATI