Dom. 14 Apr. 2024
HomeAttualitàReputazione online: cos’è e come monitorarla

Reputazione online: cos’è e come monitorarla

La reputazione online, conosciuta anche con il nome di Web reputation, è un’attività fondamentale per tutti i brand che operano sul web.

La Web reputation, infatti, consiste nella ricerca e nel monitoraggio continuo di tutti i segnali che arrivano dal web e che riguardano, appunto, una determinata azienda.

I clienti, mai come in questo periodo storico, si affidano alle recensioni presenti online prima di effettuare un acquisto. Per questo esistono alcune piattaforme, che vedremo di seguito, dove gli utenti si scambiano opinioni o rilasciano recensioni su un particolare prodotto/servizio.

Solo grazie all’analisi dei comportamenti e delle interazioni degli utenti, un brand ha la possibilità di comprendere qual è la sua reputazione e, di conseguenza, studiare le migliori strategie per migliorarla.

L’attività di Web reputation

Internet è un luogo talmente vasto che non sempre è possibile monitorare tutto quello che viene detto nei confronti di un determinato brand.

L’attività di Web reputation ha quindi il compito di andare a scovare tutti quei luoghi virtuali in cui potrebbero esserci interazioni potenzialmente pericolose per l’immagine di un brand.

Oltre ai social media, infatti, ci sono tante altre piattaforme che possono minare la Web reputation come:

    • forum di discussione;
    • blog verticali;
    • siti specializzati nella comparazione prezzi;
    • siti specializzati nelle recensioni di prodotti/servizi.

Monitorare la reputazione online, attraverso il controllo e l’interazione con chi frequenta questi siti, può portare diversi vantaggi come l’aumento delle visite al proprio sito e un maggior numero di conversioni/vendite.

Avere un quadro completo di quelli che sono i canali utilizzati dai clienti per esprimere le proprie opinioni, più o meno negative, può spingere un brand a rivedere anche le proprie strategie di marketing.

Riassumendo si può dire che la reputazione online include:

    • il monitoraggio e l’analisi dei giudizi presenti sul web;
    • gli interventi per diminuire la presenza di giudizi negativi;
    • le attività volte ad aumentare i segnali positivi riguardanti il brand.

L’attività di web reputation, proprio per la sua complessità, è spesso affidata a professionisti esterni o ad agenzie esterne in possesso di tutti gli strumenti necessari per risolvere ogni tipo di problema.

Tra le pratiche più utilizzate, come si può approfondire in questo articolo pubblicato da tuteladigitale.it, è la rimozione dei link da Google.

Come monitorare la reputazione online

Buona parte del successo di un brand, ai giorni nostri, deriva dal modo in cui gli utenti ne parlano e ne scrivono sul web.

Il monitoraggio, quindi, è diventato pressoché obbligatorio per evitare di subire effetti negativi sul proprio business, soprattutto in presenza di recensioni o commenti negativi.

Una delle attività di chi si occupa di migliorare la reputazione online di un brand, o di un professionista più o meno conosciuto, è di rispondere a tutte le recensioni sia negative che positive.

Uno dei fattori che influenzano positivamente la percezione che gli utenti hanno di un brand, infatti, è il fatto di sentirsi ascoltati e notare che l’azienda cerca comunque di risolvere un eventuale problema o disservizio.

In conclusione, si può affermare che la Web reputation è ormai una priorità per ogni brand visto che, stando a recenti studi, il suo effetto è in grado di incidere dal 5 al 9% sull’intero fatturato aziendale.

ARTICOLI CORRELATI