Dom. 11 Giu. 2023
HomeBreaking NewsCinisello Balsamo, in arrivo al Bassini un nuovo reparto di Neuropsichiatria infantile

Cinisello Balsamo, in arrivo al Bassini un nuovo reparto di Neuropsichiatria infantile

Oggi, lunedì 20 marzo, in mattinata, il direttore generale dell’Asst Nord Milano, Elisabetta Fabbrini ha accompagnato il Presidente della Regione Attilio Fontana e il sindaco di Cinisello Balsamo Giacomo Ghilardi a visitare gli spazi che ospiteranno il nuovo reparto di Neuropsichiatria infantile in allestimento al 5° piano corpo F dell’Ospedale Bassini. Allo stesso piano, nell’adiacente corpo di fabbrica D, è presente il servizio di Day Hospital pediatrico e il servizio UONPIA.
Il nuovo reparto ha una superficie di circa 900 mq ed ospiterà 10 posti letto, in camere singole, dotate di servizio igienico. Oltre ai i locali di supporto, tipici di una degenza, saranno disponibili anche spazi sicuri di socializzazione per attività terapeutiche ai pazienti (locale scuola, yoga ecc) oltre alla presenza di un piccolo terrazzo protetto. L’area sarà dotata di impianto di videosorveglianza.

L’importo stimato dei lavori ammonta a circa 280.000 euro

“Un investimento, quello di Regione Lombardia, in questa iniziativa, – ha commentato via social il sindaco Giacomo Ghilardi, che mira a migliorare l’assistenza sanitaria per i giovani con problemi di salute mentale e che consente di completare l’offerta di servizi rivolti a bambini e adolescenti”.

Ancora una volta, il nostro Ospedale Bassini – ha proseguito il primo cittadino di Cinisello – è protagonista di un servizio oggi più che necessario, a causa della crescita esponenziale dei bisogni dei ragazzi, su cui intervenire precocemente per evitare aggravamenti, problemi correlati di dipendenza da sostanze, cronicizzazioni e conseguenze negative sulla qualità della vita”.

“Dal lato nostro, sosterremo questo percorso promuovendo una cultura del benessere psicofisico tra i giovani. Dobbiamo lavorare insieme per creare un ambiente sano e protetto in cui i ragazzi possano crescere e svilupparsi al meglio delle loro potenzialità.
In questo modo, insieme, possiamo garantire un futuro migliore per le nuove generazioni e per l’intera società”.

I lavori di adeguamento si concluderanno entro la fine dell’anno.

ARTICOLI CORRELATI